mercoledì 24 maggio 2017

Lorenzo Decaro, tenore

Lorenzo Decaro, tenore, ha calcato i palcoscenici di alcuni fra i più importanti teatri italiani ed europei, fra quali Teatro alla Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Filarmonico di Verona, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Regio di Torino, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Petruzzelli di Bari, Opéra de Nice.
Ha avuto modo di collaborare con direttori dì’orchestra del calibro di Roberto Abbado, Riccardo Frizza, Nicola Luisotti, Gianandrea Noseda, Stefano Ranzani, e con registi quali Daniele Abbado, Gianfranco de Bosio, Jean Louis Grinda, Maurizio Scaparro, Graham Vick e Robert Wilson.
Il suo repertorio include i principali ruoli tenorili verdiani come Alfredo (La traviata), Duca di Mantova (Rigoletto), Riccardo (Un ballo in maschera), Ismaele (Nabucco), Radames (Aida), Arrigo (I Vespri Siciliani), nonché ruoli pucciniani come Pinkerton (Madama Butterfly), Rodolfo (La bohème), Cavaradossi (Tosca), Des Grieux (Manon Lescaut).
Nel corso della stagione 2015/16 ha cantato Macbeth (Macduff) al Teatro Comunale di Bologna, Madama Butterfly (Pinkerton) a Livorno, Lucca e Rovigo, La fanciulla del West (Dick Johnson) a Grange Park, Cavalleria Rusticana (Turiddu) a Lisbona.
Ha inaugurato la stagione 2014/15 debuttando presso il Teatro alla Scala in ben due produzioni: come cover del ruolo di Gabriele Adorno in Simon Boccanegra con la direzione di Daniel Barenboim, e come cover di Radames in Aida per la direzione di Zubin Mehta.
Nel corso della stagione 2013/14 ha interpretato Tosca al Teatro La Fenice di Venezia e alla National Opera di Bucarest, Cavalleria Rusticana al Teatro Petruzzelli in Bari e Turandot al Festival Puccini di Torre del Lago. Da segnalare inoltre le interpretazioni de La bohème (Rodolfo) presso il Maggio Musicale Fiorentino, Tosca (Cavaradossi) al Teatro Regio di Torino, Cavalleria Rusticana (Turridu) al Teatro Comunale di Bologna, Macbeth (Macduff) al Teatro Municipal di San Paolo in Brasile.
Nel corso della stagione 2016/17 ha interpetato Cavalleria Rusticana (Turiddu) all’Opéra de Toulon, Madama Butterfly (Pinkerton) a Tokyo, Kanazawa e Osaka eMédée (Jason) al Bustan Festival di Beirut.
Fra i suoi prossimi impegni, annovera Manon Lescaut (Des Grieux) nei Teatri di Lecce, Brindisi, Barletta e Foggia; Norma (Pollione) all’Opéra de Rouen ed in tournée in Oman; nonché Das Lied von der erde di Mahler con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

lunedì 15 maggio 2017

Ilario Nicotra, pianoforte

Nato in una famiglia in cui l'amore per la musica e il canto è una tradizione, ha studiato canto e composizione e si è diplomato in pianoforte col massimo dei voti sotto la guida di Antonio Beltrami e Bruno Canino presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Si è distinto in vari concorsi pianistici. Musicista versatile suona in veste solistica, in formazioni cameristiche e sin da giovanissimo come preparatore di cantanti lirici internazionali fra i quali: Adriana Lazzarini, Ernesto Palacio, Lucia Aliberti, Maria Dragoni, Ines Salazar, Wladimiro Ganzarolli.
Dal 1995 al 1998 ha collaborato con il manager Luciano Marconi alla realizzazione della rassegna di concerti pomeridiani presentati dal Prof. Quirino Principe e ospitati presso il Teatro Nuovo di Milano, intitolati Concerti da salotto, accompagnando giovani cantanti in arie liriche, da camera e liederistiche.
Ha preparato giovani cantanti per audizioni con artisti come Luciana Serra, Renata Scotto o con direttori come Riccardo Chailly e Sir Colin Davis.
È docente presso La Scuola civica di Milano ed è stato fondatore e direttore del coro dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca dal 2002 al 2012. Dall'anno accademico 2011/12 è docente di ruolo presso il Conservatorio di Musica "Domenico Cimarosa" di Avellino. Nel Luglio 2014 è stato invitato come selezionatore di giovani musicisti e cantanti in Cina, visitando Università e Conservatori a Pechino, Wuhan, Shenyang, Chengdu, Shijiazhuang.
Vedi FOTOSERVIZIO di CONCERTODAUTUNNO:

sabato 13 maggio 2017

Martina Bortolotti. soprano

Nata a Bolzano, ha conseguito la Maturità Linguistica presso l’Istituto Marcelline di Bolzano. Corsi di livello superiore di lingua francese presso l’Université Catholique de l’Ouest ad Angers, Francia.
Diploma in Canto Lirico con Luise Gallmetzer e corsi di Lied ed Oratorio con M°Othmar Trenner presso il Conservatorio Claudio Monteverdi di Bolzano.

Diploma Accademico di primo e secondo livello presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano in Canto Lirico con Rita Orlandi Malaspina e in Musica Vocale da Camera con Daniela Uccello col massimo dei voti.
Ha vinto inoltre una borsa di studio per L’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e per il programma Erasmus alla Hochschule Für Musik di Monaco di Baviera per le classi di Canto con MariaCavazza , Lied con Helmut Deutsch e di musica Russa, Slava ed Ebraica con Hans - Christian Hauser. Intensa partecipazione alle opere ed ai concerti organizzati dai Conservatori di Bolzano e Milano, dalla Hochschule a Monaco di Baviera e dal Teatro alla Scala sotto la direzione del Maestro Riccardo Muti.
Si perfeziona sotto la guida del Maestro Vito Brunetti e del Kammersänger Oskar Hillebrandt.
Vincitrice del Concorso Paul Harris 2005 Milano e Voci Nuove Pucciniane 2008 Innsbruck, Vienna. Menzione d’Onore al Concorso Palma d’Oro. Finalista al Concorso Caruso Milano, al Concorso Citta’ di Merano e al Concorso per l’Accademia di Alto perfezionamento dell’Arena di Verona.
Concerti per il Festival di Musica Sacra e Contemporanea di Bolzano e Trento con l’Ensemble Amarida sotto la direzione del M° Stefano Ferrario, con l’ Orchestra Haydn sotto la direzione delM° Gustav Kuhn e con l'Ensemble Archi della Scala.
Molti Liederabende tra cui l’esecuzione del Ciclo "Dass wir uns in dir begegnen" a Braunschweig al Stadtmuseum dedicatole dal compositore H.W. Plate, del quale ha cantato il ruolo di Laura nella prima mondiale dell’opera contemporanea Der Misogyne in occasione del Lessingfestival, presso il Lessingtheater di Wolfenbüttel e al Stadttheater di Wolfsburg in Germania.
Serate di Beneficenza come quella in favore di The Heart of Children promossa da Pratesi e presentata da Ornella Muti a Palazzo Fiorenza Milano.
Si è esibita inoltre in Recital in Russia, Polonia, China, Corea del Sud, Uruguay, Spagna, Stati Uniti, Germania ed Austria e prossimamente in Svizzera.
Ha interpretato con successo ruoli d’opera e operetta tra i quali:
Marzelline/Fidelio Beethoven; Belinda/ Dido and Aeneas H.Purcell; Giselda/Lombardi, Gilda/Rigoletto, Violetta/ Traviata , Alice/ Falstaff G.Verdi;
Susanna/Nozze di Figaro , Pamina/Flauto Magico, Fiordiligi/Cosi Fan Tutte W.A. Mozart; Mimi e Musetta/Bohème G.Puccini; Norina/Don Pasquale Donizetti; Eugenia /Filosofo di Campagna B.Galuppi; SerpinaServa Padrona G.B.Pergolesi; Elvira / l'Italiana in Algeri G.Rossini ; Marina/Quattro Rusteghi, Wolff-Ferrari; Kristin / Julie Ph. Boesmans; Micaela/ Carmen Bizet; Hanna Glawari/Vedova Allegra F.Lehar; Sylva Varescu/ Principessa della Czarda Kalman; Gretel/ Haensel e Gretel Humperdinck, ecc.
Esibendosi in diversi Teatri tra cui :
Festpielhaus Erl Tiroler Festspiele, Teatro Coccia di Novara, Teatro alla Scala di Milano, Comunale di Bolzano, Municipale di Piacenza, Comunale di Modena, Comunale di FerraraMünchen Hofresidenz, Kempten, Isny , Teatro Nuovo di Torino, Teatro Sociale Biella , Teatro Alfieri Asti, Teatro Toselli Cuneo, Teatro dal Verme Milano, Teatro Morlacchi Perugia , Pechino: China National Museum Theatre, Tijanjin: Concert Hall e Xuzhou: Concert Hall. Aula Leopoldina (Polonia), Sala Verdi (Milano), Centro Santa Chiara (Trento), Auditorium Haydn (Bolzano), Merkin Hall, New York ecc.
Ha interpretetato la cantata scenica "Le lacrime di Geremia" di Carlo Galante al Festival di Musica Sacra di Trento e Bolzano e al Festival MITO a Milano con l'Ensemble Amarida sotto la direzione del M° Carlo Boccadoro.
E' stata invitata come soprano solista per il Requiem di Brahms al Brahmsfestival di Breslavia in Polonia diretta dal M° Jan Pogany e ha partecipato all'opera Draculette di William Maselli a New York, Merkin Hall.
E' stata invitata dal Smithsonian Museum per tenere un Recital insieme alla pianista Alina Kiryayeva all'interno della Steinway Series a Washington DC ed a New York presso la Nort Shore Public Library ed ha effettuato una Tournèe in Uruguay dove ha cantato al Teatro del SODRE di Montevideo.
Ha debuttato il ruolo di Fiordiligi nel Cosi Fan Tutte di Mozart ai Tiroler Festspiele a Erl, dove ha partecipato anche all'Oratorio di Natale di Bach sotto la direzione del M° Gustav Kuhn.a recentemente debuttato il ruolo di Adina nel Elisir d'Amore di Donizetti a Bolzano Bressanone per i Südtiroler Operettenspiele.
Prossimamente parteciperà alle Opere di Wagner: Valchiria (Gerhilde), L'Oro del Reno (Freia) e Crepuscolo degli Dei (Woglinde) presso i Tiroler Festspiele di Erl, ruoli recentemente eseguiti aShanghai in Cina sotto la direzione del M° Gustav Kuhn.
Ha cantato la prima Elfa nella "Campana Sommersa" e l'usignolo nella Bella dormente di Respighi al Teatro Lirico di Cagliari sotto la direzione del Maestro Donato Renzetti , col quale ha eseguito la Nona Sinfonia di Beethoven a Milano e Pavia coi Pomeriggi Musicali.
Sempre con la Nona di Beethoven ha debuttato all'opera del Cairo sotto la direzione del maestro Ahmed El Saedi.

Video su You tube:

venerdì 12 maggio 2017

Camilla Meregalli, regia

Camilla Meregalli, regia. Nel 1983 frequenta il Corso di Avviamento Coreutica all’Accademia Nazionale di Danza a Roma conseguendo il diploma, ora riconosciuto dal Ministero come diploma di laurea. Partecipa agli spettacoli del complesso Ambrosiano del Balletto diretto da Walter Venditti, come ballerina solista con proprie coreografie alla rappresentazione teatrale Maschere Nude di Pirandello. Con la compagnia teatrale TSE del Teatro delle Erbe di Milano, regia di Mario Barillà, organizza lo spettacolo di danza per l’associazione Goal-Cariplo per l’inaugurazione della nuova stagione teatrale del Teatro delle Erbe a Milano, proponendo una propria coreografia. Ripropone la coreografia allo spettacolo Danza al Castello alla Sala del Rivellino a Pavia.
Insegna presso la Palestra DY&G a Milano, realizza per la scuola elementare “Pietro Micca” di Milano con i ragazzi di V classe lo spettacolo sul tema Acqua nell’ambito della partecipazione al Progetto Europeo Comenius- Elan.
Fonda insieme ad alcune colleghe l’Associazione Espressione Danza-Danza Teatro & Scuola di cui è presidente, con lo scopo di diffondere la danza nella scuola attraverso la realizzazione di progetti educativi e spettacoli di danza.
Insegna danza classica e jazz presso la Scuola di danza Delle Erbe dell’Associazione Goal-Cariplo, di cui è Direttrice.
Organizza con il patrocinio dell’Associazione Goal-Cariplo la rassegna di danza Danzainconcerto. Costituisce l’associazione culturale DAC - danza arte cultura, occupandosi della direzione didattica, dell’insegnamento della danza accademica e jazz e delle iniziative culturali riferite alla danza.
Collabora come ricercatrice di documenti storici alla rivista Chorégraphie diretta da Flavia Pappacena, edita da Di Giacomo Editore.
Coordina il progetto “Leggere per... ballare” in collaborazione con l’Orchestra Verdi di Milano, FNASD e Ater Balletto per gli spettacoli Cenerentola, Il Flauto magico e Pierino e il lupo.
Ha collaborato per la parte coreografica a due concerti dell’Ensemble laBarocca presso l’Auditorium di Milano e ha assunto la regia delle coreografie di Ballo Excelsior (2015) e Lo Schiaccianoci (2016).

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado Nasce nel 1862. Fondata con la funzione di formare strumentisti per la Civica banda e coristi per il Teatro alla Scala, profondamente radicata sul territorio, l’istituzione, che ha sede presso la cinquecentesca Villa Simonetta, ha assunto un ruolo di prima grandezza all’interno della vita musicale e formativa milanese. È inserita inoltre in prestigiosi programmi internazionali grazie all’alta percentuale di iscritti stranieri e ai diversi gruppi stabili che si sono costituiti, spesso invitati a tenere concerti in Italia e all’estero.
Numerosissimi gli studenti che l’hanno frequentata, ora affermati professionisti: Alessio Corti, Lorenzo Ghielmi, Enrico Onofri, Emilio Pomarico, Carlo Rizzi.
Non meno importanti i docenti che si sono succeduti nel tempo e altre personalità che con la Civica hanno collaborato, come Laura Alvini, Irvine Arditti, Cathy Berberian, Bruno Bettinelli, Paolo Borciani, Chick Corea, Franco Donatoni, Hugues Dufourt, Diamanda Galas, Gérard Grisey, Petre Munteanu, Terry Riley, Charles Rosen, Salvatore Sciarrino, Karlheinz Stockhausen, Maria Tipo.

Il 17 dicembre 2012, per i 150 anni dalla fondazione, l’Orchestra e I Civici Cori della Scuola, diretti da Mario Valsecchi, hanno eseguito l’oratorio La Creazione di F. J. Haydn al Teatro Dal Verme di Milano: occasione in cui il Sindaco Giuliano Pisapia ha conferito all’istituzione l’Ambrogino d’Oro e consegnato la medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica. La Scuola, intitolata con cerimonia ufficiale al maestro Claudio Abbado il 21 giugno 2014, ha ottenuto nel 2013 dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca l’autorizzazione a rilasciare il titolo di Alta Formazione Artistica e Musicale di primo livello, equipollente al titolo universitario.  

Aldo Salvagno, direttore d'orchestra

Aldo Salvagno, direttore. Salernitano, si è diplomato in composizione nel 1996 al conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e si è laureato in Storia della musica nel 1995 al Dams di Bologna con il prof. Renato di Benedetto una tesi sulle sinfonie di Sostakovic.
Ha diretto tutte le principali opere del repertorio lirico da Gluck a Puccini in teatri italiani,  europei (Spagna, Germania, Ungheria, Francia, Svizzera) ed extraeuropei (Stati Uniti, Giappone, Cina e Australia)  lavorando con orchestre quali Kyoto Philarmonic Orchestra l'Adelaide Symphony Orchestra, Orchestra “Rossini” di Pesaro, West Australian Symphony Orchestra, Melbourne Opera Orchestra, Orchestra del teatro di Ekaterinburg in Russia, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Internazionale d’Italia, Orchestra “A.Toscanini” di Parma e cantanti quali June Anderson e Roberto Scandiuzzi.
Dal 2002 lavora costantemente in Giappone, dove ha diretto numerosi concerti: da segnalare Il tabarro di Puccini e Cavalleria Rusticana di Mascagni al Loft Theatre di Nagoja nel 2002 e, successivamente, Madama Butterfly nel 2004 alla Kyoto Concert Hall. Nel 2005 ha effettuato concerti a Detroit negli Stati Uniti.
Dal 2004 al 2009 ha lavorato in Australia dove ha diretto la prima versione di Madama Butterfly, in prima assoluta per l’Australia (Melbourne, Melbourne opera, 2004); ancora Madama Butterfly e Turandot (Adelaide, State opera Of South Australia, 2006 e 2008) e La fanciulla del West (Perth, West Australian Opera, 2009).
Nel 2009 ha inaugurato la 35^ edizione del Festival della Valle d’Itria a Martina Franca, dirigendo un’inedita versione di Orfeo ed Euridice di Gluck-J.C. Bach; ha diretto a Crema, in prima esecuzione in epoca moderna, Ero e Leandro di Bottesini. Di quest’ultima opera, della quale ha curato anche l’edizione della partitura, dono di recente pubblicazione il dvd ed il cd per Dynamic.
Nel 2012 ha diretto La traviata alla 27^ edizione del Festival di Massa Marittima, Lirica in Piazza; Cavalleria e Pagliacci a Irun (Spagna) dove dal 2005 è direttore principale della stagione lirica; Le Villi al Teatro di Lecco.
Nel 2013 ha diretto tra le altre cose Cenerentola in tour nei teatri dell’Emilia Romagna e a Irun in Spagna; Rigoletto al Teatro Borgatti di Cento e Teatro Consorziale di Budrio; Ernani e Le Villi al Teatro di Lecco, Luisa Miller al Teatro di Nichelino, La vedova allegra a Irun, concerti a Tokyo.
Nel 2014 tour di Madama Butterfly con l’Orchestra Rossini di Pesaro in Italia (tra cui Pesaro, Teatro Rossini) e Spagna (San Sebastian, Vitoria, Mondragon, Irun) ed Elisir d’amore. Ha diretto altresì la Petite Messe solennelle di Rossini a Cento e Don Giovanni a Lecco.
Nel 2015 ha diretto Romeo et Juliette di Gounod e Tosca a Irun in Spagna, Don Pasquale nei teatri di Budrio (Bo) e Cuneo.
Nel 2016 ha diretto Les pêcheurs des perles a Irun in Spagna, concerti lirici a Biarritz, concerti a Tokyo.
Recenti e prossimi impegni: Il trovatore (Ferrara, Castello Estense), Il barbiere di Siviglia (Irun, Spagna); Messa di Gloria di Puccini in Spagna; Le nozze di Figaro a Shanghai; Elisir d’amore (Irun, Spagna), Don Giovanni (Lyon).
Dal 2008 è direttore artistico del Concorso lirico internazionale di canto “Anselmo Colzani” e della Stagione lirica del Teatro consorziale di Budrio e dal 2015 direttore musicale del Concorso Lirico internazionale di Canto a Portofino.

È di recente pubblicazione da parte della casa editrice LIM un suo libro sulla figura e l’opera di Stefano Pavesi (La vita e l’opera di Stefano Pavesi, Lim, Lucca 2016).

giovedì 4 maggio 2017

Gennaro Cardaropoli, violino

GENNARO CARDAROPOLI, violino ha studiato con il M° Gigantino e ha continuato gli studi con il M° Pagliani. Si è classificato primo al Premio Nazionale delle Arti, indetto dal Ministero dell’Università e Ricerca Scientifica, quale miglior violinista, e il prestigioso Premio Abbado. Si è già esibito in importanti teatri e sale da concerto, quali: Salle Garnier - Opéra De Monte-Carlo, Auditorio Nacional de Musica di Madrid, Barocco Hall di Stoccolma, Ekaterinburg Opera House, Carnagie Hall di New York. Ha tenuto concerti in: Europa (Italia, Francia, Svizzera, Germania, Austria, Croazia, Slovenia, Principato di Monaco, Spagna), Russia (Festival Eurasia), a Kaunas in Lituania, in Africa (Tunisi - Tunisia), in Israele (TelAviv, Gerusalemme) e negli USA (Boston, Philadelphia, New York, Washington). A Lugano ha eseguito il Concerto per violino e orchestra di Ligeti diretto dal M° Tamayo. Gennaro Cardaropoli è exclusive member of the Ambassadors iClassical Academy; frequenta il Conservatorio di Lugano nella classe del M° Pavel Berman grazie alla borsa di studio dell’Associazione Suono Vivo. Ha vinto il I° posto nella trasmissione di RAI 1 Uno Mattina in famiglia - Conservatori a Confronto e il Concorso Giorgetti organizzato dalla Filarmonica della Scala di Milano. Si è diplomato con la votazione di 10/10 più lode e menzione speciale a soli 15 anni e suona il violino Carlo Landolfi, Milano 1751, della Fondazione Pro Canale di Milano.

mercoledì 3 maggio 2017

Roberto Plano, pianoforte

Nato a Varese nel 1978, Roberto Plano si è imposto all’attenzione del mondo musicale con la vittoria del prestigioso Cleveland International Piano Competition. Quest’affermazione e i premi ottenuti all’Honens International Piano Competition e al 12mo Van Cliburn International Competition hanno segnato l’inizio di numerose tournée in tutto il Nordamerica, che lo hanno visto in recital in più di 30 Stati negli Usa e lo hanno portato a suonare negli studi delle maggiori radio americane, canadesi, inglesi e italiane.
La sua attività concertistica l’ha visto esibirsi in alcune delle più importanti sale da concerto italiane ed estere, tra le quali Sala Verdi, Teatro Dal Verme e Auditorium di Milano, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Coccia di Novara, Teatro Manzoni di Bologna, Parco della Musica, Accademia Filarmonica e Università La Sapienza di Roma, Teatro Politeama di Palermo, Teatro Bibiena di Mantova, Wigmore Hall e St. John’s Smith Square di Londra, Salle Cortot di Parigi, Gasteig e Herculessaal di Monaco di Baviera, National Concert Hall di Dublino, Severance Hall di Cleveland, Lincoln Center-Alice Tully Hall e Steinway Hall di New York, per prestigiosi festival quali - tra gli altri - il Festival Michelangeli di Brescia e Bergamo, MusicaRivaFestival, Festival Internazionale di Musica di Portogruaro, lo Chopin Festival di Duszniki (Polonia), il Ravinia Festival, Gilmore International Keyboard Festival, Portland International Piano Festival (Usa), lo Stellenbosch Piano Symposium (Sudafrica) e il Bologna Festival – Grandi Interpreti.

Ha suonato come solista con prestigiose orchestre in Italia e all’estero: Archi dei Berliner Philarmoniker, Houston Symphony, RTE National Symphony Orchestra - Dublino, Konzertverein Orchestra - Vienna, Festival Strings Luzern, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, I Pomeriggi Musicali di Milano, Young Symphony Orchestra Londra, Orchestra Sinfonica di Valencia) e con noti direttori d’orchestra tra i quali Sir Neville Marriner, James Conlon, Pinchas Zuckerman, Gianluigi Gelmetti e Donato Renzetti.  
Con il pianista jazz Paolo Paliaga ha inciso un disco – Inspiration – dedicato alla fusione tra musica classica e jazz. Ha inciso per le etichette Azica, Arktos, Concerto, Sipario Dischi e Tau Records, e per la collana “Musica in Bocconi”. Al numero di febbraio 2014 del mensile Suonare News è allegato un suo cd con musiche di Chopin e Schumann. Nel luglio 2013 e nel Febbraio 2015 il mensile Amadeus gli ha dedicato la copertina allegando un Cd in cui interpreta le Sonate op. 1 di Luchesi in prima registrazione mondiale e un'antologia di musiche Scriabiniane. Sono di recente pubblicazione anche due dischi per Brilliant Classics, uno dedicato alla musica pianistica di Smetana e l'altro con i due Quintetti per pianoforte e archi di Sgambati.
Il 4 marzo 2016 è uscito il suo disco di debutto per Decca con l'incisione integrale delle Harmonies Poetiques et Religieuses di Liszt, opera che mancava nel catalogo della grande casa discografica inglese da oltre 40 anni. Il disco è già stato recensito con 5 stelle dai mensili Musica e Amadeus.  

A partire dal prossimo anno accademico sarà il primo pianista italiano chiamato a ricoprire il ruolo di titolare di una cattedra di Pianoforte di una delle università americane più prestigiose, la Boston University.

Mihaela Costea, violino

Dopo il diploma conseguito presso la Scuola d’Arte “O. Bancila” della sua città natale Iasi (Romania) e al Conservatorio “Rossini” di Pesaro, ha frequentato la Scuola di Perfezionamento di Saluzzo e l'Accademia “Stauffer” di Cremona, approfondendo il repertorio solistico con Salvatore Accardo, Mariana Sirbu, Vadim Brodski, Giuseppe Prencipe e Lia Pirvu. Tra i concorsi vinti, in Romania si è aggiudicata la “Mozart Competition” e “Lira d’Oro” e in Italia, il Concorso Internazionale “Perosi” di Biella, quello di Stresa e il concorso “Un violino per sognare”. Ha fatto parte dell’Orchestra da Camera Italiana fondata da Salvatore Accardo e collaborato in qualità di spalla con l'Orchestra Filarmonica Veneta, l’Orchestra Internazionale d’Italia e l’Orchestra del San Carlo di Napoli. Dal 2000 ricopre il ruolo di primo violino di spalla e solista presso l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna e la Filarmonica Arturo Toscanini; inoltre, sempre come primo violino, lavora con la London Philarmonic Orchestra, la BBC Symphony Orchestra, la Royal Philarmonic Orchestra e l’Orchestra del Teatro alla Scala.
Ha iniziato un’intensa collaborazione con l’Orchestra della Suisse Romande diretta da Charles Dutoit, che l’ha nominata docente presso l’Accademia C.I.S.M.A; tra l’altro ha insegnato anche al Lindenbaum Seoul Festival.

È stata spalla dei primi violini presso l’Orchestra Stanislavskij di Mosca e parimenti presso la Fundação Gulbenkian di Lisbona su invito di Lawrence Foster. Si è esibita con illustri musicisti: da Temirkanov a Muti, da Rostropovich, a Perlman, Maazel, Prêtre, Kremer, Previn, Conlon, Valčuha, Harding ed Anne Sophie Mutter. Nelle ultime stagioni sinfoniche si è dedicata al repertorio solistico, affrontando con successo capolavori dal repertorio barocco a romantico, nonché i Concerti per violino di Weill, Barber e Bernstein; ha affrontato anche il Concerto per violino “Red Violin” di Corigliano, che di recente ha eseguito al Teatro Verdi di Firenze. Tra le registrazioni: un dvd insieme al pianista Victor Derevianko  e, come solista, cd con l’Orchestra Internazionale di Italia e l’Orchestra Filarmonica di Latina. Nel 2010 ha ricevuto il premio “Bigonzi” come migliore spalla. Suona un violino Matteo Goffriller, 1690.

http://www.concertodautunno.it/170421-laverdi-lanzillotta/170421_laverdi-lanzillotta.htm