lunedì 27 gennaio 2014

SCONFINO MANOUCHE TRIO

SCONFINO MANOUCHE TRIO
Tatiana Korelskaia, violino
Marcello Coco, basso elettrico
Andrea Caputo, chitarra

Il trio nasce nell’autunno 2010 dall’esigenza di convergere e orchestrare i percorsi musicali degli artisti che lo compongono. Sono, infatti, tre forti individualità musicali: Andrea proviene dalla pura improvvisazione jazzistica bebop, Tatiana dal ligio conservatorismo russo e Marcello dal poliedrico ventaglio di stili clubbing. Tre solchi diversi, ben arati dal peso di tre bagagli certamente non proprio... “leggeri”; ma nel profondo di ognuno era piantato in segreto il seme di una pianta comune: la musica Manouche, il suo idioma universale, l’amore per la sua forma nata per esistere senza barriere o confini. “Sconfino” appunto, è per noi l’idea, il termine rituale che rende possibile l’incontro di realtà diverse alla ricerca di un medesimo libero linguaggio, il seguire percorsi fatti per ritrovarsi e raccontare l’esperienza di un viaggio in musica. 

Andrea Caputo, chitarra

ANDREA CAPUTO è milanese di nascita ma ha profonde radici blues. Inizia il suo percorso musicale chitarristico sotto la stimolo del padre Rocco, valente fisarmonicista; è già all’età di quindici anni che con lui suona nelle orchestre. Compagno di scuola di Nunzio Barbieri, valente artista di swing Manouche, con lui intreccia un’interazione di studio e confronto che porta i due a maturare musicalmente sui sentieri dell’improvvisazione: inizialmente il Blues e in seguito, ampliandone il lessico, approdando allo studio del linguaggio jazz e latino. Nel 1990 per la rassegna torinese “Sere d’Estate” si esibisce in concerto per chitarra solo in un repertorio di musica sudamericana. Nello stesso periodo consegue l’attestato di Chitarra Jazz sotto la guida del maestro Mario Petracca presso il Centro di Formazione Musicale e collaborando in diverse formazioni sviluppa il linguaggio della tradizione Bebop; si dedica quindi all’insegnamento dello studio della chitarra. Coralmente agli artisti che l’hanno preceduto, nell’ensamble “Sconfino Manouche Trio” di recente formazione, Andrea rende umile omaggio al grande genio e padre della chitarra Gipsy, Django Reinhardt.

Marcello Coco, basso elettrico

MARCELLO COCO, classe 1959, all'età di dodici anni suona il basso elettrico a Torino in diverse garage bands partecipando alla formazione di un gruppo rock certamente all'avanguardia per i tempi (si chiamavano i "The Bastards", tanto per intenderci...). L'arrivo in casa di una chitarra portatavi dal fratello maggiore determinerà la scelta finale, trovando le possibilità vocali di questo strumento più affini alla sua necessità d’espressione; la successiva scoperta della chitarra classica lo spingerà allo studio autodidatta. Terminato l'arruolamento obbligatorio lavora come musicante nei villaggi turistici europei alternando il lavoro con lo studio dello strumento. L'interesse per la chitarra jazz è il passo successivo e frequenta i corsi tenuti dai maestri Luigi Tessarollo e Pino Russo presso il “Centro Jazz di Torino”. Negli anni novanta durante un seminario tenuto da Joe Diorio a Sondrio incontra Marco Parodi, promotore di un progetto di jazz acustico d'impronta manouche chiamato "Djangology"; con esso suoneranno nei jazz club italiani e parteciperanno a festivals come quello di Cagliari nel 1999 e Pinerolo 2001. Frequenta seminari di John Scofield, Bill Frisell, Tal Farlow. Di recente partecipa al progetto "Quadri Sonori" con Giovanna Ceste alla voce e Mel Contino alle percussioni.

Tatiana Korelskaia, violino

TATIANA KORELSKAIA inizia a studiare il violino in Russia all’età di otto anni; presso l’Istituto musicale professionale di stato in Gorkyi e sotto la guida della prof. Lebedeva ne consegue il diploma insieme all’abilitazione dell’insegnamento e alla qualifica di “Orchestrale”. Con l’incarico di docente è impegnata con le scuole di musica a Togliatti (Russia), si perfeziona specializzandosi in violino con il prof. Ivanov presso l’Istituto pedagogico di Samara e consegue la laurea in pedagogia musicale. Oltre all’attività didattica, con l’Orchestra Sinfonica della città di Togliatti si dedica a un’intensa attività concertistica. Continua quest’attività in Italia, dove risiede dal 1995 collaborando con l’Orchestra della Compagnia d’Opera Italiana, l’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, l’Orchestra da camera della Valle d’Aosta e l’Orchestra Camerata Ducale; partecipa all’organico di diverse formazioni cameristiche. Ha seguito i corsi di perfezionamento in violino indiano con il prof. Dhakde presso l’Accademia d’Arte Indiana a Cabella Ligure.

giovedì 23 gennaio 2014

Eteri Gvazava, soprano

All’indomani dalla morte di Giorgio Strehler, il Così fan tutte tenacemente voluto dal grande regista per inaugurare il suo Nuovo Piccolo Teatro di Milano, segnava l’inizio fulmineo della carriera di una giovane e sconosciuta studentessa siberiana, imponendola all’attenzione della critica internazionale. Un successo di pubblico senza pari (43 recite tra gennaio e marzo 1998) per uno spettacolo di enorme risonanza, registrato dalla Rai, ripreso in tournée in altri teatri italiani, in Francia, Spagna, Germania, Giappone e Russia.
Grazie a un singolare innato talento espressivo e alle corrispondenze somatiche con il personaggio, oltre che alle sue qualità vocali, Eteri Gvazava è stata la Violetta scelta tra 700 candidate per “Traviata à Paris”. Questo evento musicale di eccezionale impatto mediatico (Emmy Award negli Usa e Prix Italia 2001), con José Cura nei panni di Alfredo, la direzione di Zubin Mehta, la regia di Giuseppe Patroni Griffi e la fotografia di Vittorio Storaro, è stato trasmesso in mondovisione nel giugno 2000, portando Violetta nei salotti di oltre un miliardo di spettatori. L’opera è stata incisa su cd per la Teldec e pubblicata anche in dvd.
Il 2003 segna l’incontro con Claudio Abbado, che l’ha diretta assieme alla Lucerne Festival Orchestra, formata dalla “crema” dei solisti e strumentisti europei (Mahler Chamber Orchestra, Wiener - Berliner- Münchner Philharmoniker, Sabine Meyer, Quartetto Hagen, Natalia Gutman), in Le martyre de Saint Sébastien di Debussy e nella II Sinfonia di Mahler. Con Claudio Abbado è stata presente nel 2004 anche nei Teatri di Ferrara e Modena per Così fan tutte con la regia di Mario Martone, regia riproposta anche al Teatro Colon nell’ambito del  Festival Mozart a La Coruna nel 2008.
In questi anni, la presenza di Eteri Gvazava è stata molto intensa soprattutto in Italia, ma anche nei teatri di Austria e Germania, dove ha cantato i ruoli di Tatjana, Liù, Gretel, Micaela, Mimì, Donna Elvira, Rusalka. Per l’Italia, ricordiamo Fiordiligi al Teatro Comunale di Bologna (dir. Daniele Gatti) e al Malibran di Venezia (dir. Leopold Hager); Tatjana - ruolo congeniale per lingua e temperamento - e Fiordiligi al Filarmonico di Verona; Pamina al Teatro Massimo di Palermo (dir. Julia Jones, regia di R. Andò); Violetta - con il tutto esaurito per ogni recita - al Teatro Regio di Torino (dir. Marco Armiliato);  Contessa in Nozze di Figaro al Comunale di Firenze (dir. Zubin Mehta, regia Jonathan Miller) e al Teatro Carlo Felice di Genova (dir. Julia Jones, regia di Robert Carsen). Altrettanto intensa, naturalmente, anche l’attività concertistica.
In particolare, con la II Sinfonia di Mahler ha preso parte all’inaugurazione della stagione concertistica 2007/08 del Teatro Verdi di Trieste. Nel 2011 è stata invitata dall’Orchestra Sinfonica Siciliana (II e IV Sinfonia di Maher), al Festival pianistico di Brescia e Bergamo (IV Sinfonia di Mahler), dal Brucknerhaus di Linz dove ha debuttato splendidamente il ruolo di Donna Anna. È stata ospite per la prima volta anche al Teatro San Carlo di Napoli per Requiem di Fauré .
Eteri Gvazava è nata a Omsk (Siberia) e, dopo gli studi al Conservatorio di Novosibirsk, si è perfezionata alla Bachakademie di Stuttgart diplomandosi alla Scuola Superiore di Musica di Karlsruhe. Nel giugno del 1997 ha vinto il Concorso internazionale “Neue Stimmen” patrocinato dalla Bertelsmann Stiftung.

Concorso pianistico Clara Wieck

on-line su www.tempovivo.it il bando del IX Concorso Internazionale di esecuzione musicale “città di Asti” e IV Concorso pianistico Internazionale “Clara Wieck” per giovani concertisti”.
Il Concorso si svolgerà ad Asti presso l’Istituto civico di musica “G. Verdi” dal 19 al 23 febbraio 2014
 
Presidente di Commissione: M° Luciano Lanfranchi
Direttore artistico: M° Sebastian Roggero e M° Flavio Duretto

 

Seconda edizione Concorso Musicale Città di Palmanova e Premio Pianistico Internazionale 2014

Accademia Musicale "Città di Palmanova"
Tel.: 3346490592  -  0432923354
Concorso Nazionale 
"Città di Palmanova"
Seconda edizione
Dal 14 al 18 maggio 2014
Per Scuole di Musica, Scuole Medie e Licei ad indirizzo musicale, Solisti, Gruppi cameristici, orchestrali e corali.



Premio Pianistico Internazionale
"Filippo Trevisan".
dal 17 al 18 maggio 2014

IL BANDO DEL CONCORSO 

FILIPPO TREVISAN AWARD
PROGRAMMA - REPERTORY

LA SCHEDA DI ISCRIZIONE - APPLICATION FORM

martedì 21 gennaio 2014

2014_03_15 Incontro di formazione per cori e coristi

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni per il WeekendArmonico #12, che si terrà sabato 15 e domenica 16 marzo 2014 a Milano.

L’iniziativa è aperta a tutti: studenti di canto, interi cori, singoli coristi, semplici appassionati. Peculiarità dell’ iniziativa è che i partecipanti non appartengono tutti alla medesima realtà corale, ma provengono da diversi cori e gruppi vocali. Questo favorisce un mutuo scambio fra diverse realtà corali, creando una rete di rapporti, collaborazioni, iniziative che contribuiscono ad arricchire sia il singolo corista sia il territorio.Oggetto di studio saranno le opere di due tra i più grandi autori del terzo barocco, il veneziano Antonio Caldara (1670-1736) e il sommo compositore tedesco Johann Sebastian Bach (1685-1750). Di Caldara verranno affrontati i quadri corali dello Stabat Mater, composizione tra le più emblematiche del barocco, ricca di innovazioni armoniche e di elementi drammatici. La Passione secondo Matteo BWV245 sarà invece l’occasione per affrontare alcuni dei più noti corali di Bach, nei quali la perizia armonica del genio tedesco raggiunge vertici insuperati.
Il M° Antonio Eros Negri guiderà i partecipanti in un’approfondita analisi teorico-pratica delle partiture (anche tramite sussidi appositamente realizzati) al fine di farne comprendere gli elementi armonici e contrappuntistici, nel rispetto della formazione musicale di ciascuno. È prevista l’esecuzione di questi brani presso la Chiesa del Sacro Volto giovedì 20 marzo 2014.

Le iscrizioni chiuderanno mercoledì 12 marzo 2014. La quota di iscrizione è pari a € 20 per ciascuna delle 4 sessioni di lavoro. 
Per chi si iscrive entro lunedì 17 febbraio è previsto uno sconto del 25% su ogni sessione. Qui potete trovare tutte le informazioni e la scheda di iscrizione.

Vi aspettiamo numerosi, diffondete la voce a chiunque pensate possa essere interessato!

Comunichiamo inoltre che il WeekendArmonico#13 si terrà domenica 1 e lunedì 2 giugno sempre a Milano, e avrà come oggetto lo studio approfondito di una selezione di quadri corali dei Carmina Burana.

La VacanzArmonica #4 si svolgerà invece da domenica 24 agosto a domenica 31 agosto. A breve maggiori informazioni su repertorio e sede del corso.

Nel rinnovarvi gli auguri per un felice 2014, ecco di seguito i link ai quali potete riascoltare la recente esecuzione di alcuni brani di Monteverdi, Rusca e Leonarda da parte dei Caecilia Consort diretti dal M° Negri.


martedì 14 gennaio 2014

2014_01_29 Aprono i corsi di danza classica e moderna all' Istituto Brera di Novara

29 gennaio 2014 aprono i corsi di danza 
classica e moderna all' Istituto Brera di Novara
Aprono le lezioni di danza del Civico Istituto Musicale Brera di Novara. A partire da mercoledì 29 gennaio fino a giugno, infatti, nello storico istituto novarese si terranno corsi di danza classica e moderna rivolti a tutte le fasce di età: dalla proposta per i piccoli tra i 4-5 anni, a cui sarà insegnato come approcciarsi alla danza giocando, alla propedeutica tra i 6-7 anni, dall’avviamento alla danza dagli 8 anni in su, ai percorsi di danza dei vari livelli intermedi fino al corso avanzato per adulti. 

A tenere i corsi la danzatrice di origine messicana Lucero Cantu. Diplomata nel 1995 con la specializzazione in danza classica e contemporanea con il Metodo Vaganova (tecnica di insegnamento della danza elaborata negli anni dal 1917 agli anni cinquanta a Leningrado in Unione Sovietica da Agrippina Jakovlevna Vaganova, Accademia del Teatro Kirov) presso l’Istituto Nazionale delle Belle Arti del Messico, segue corsi con i più importanti danzatori, quali Giselle Colas della scuola Vaganova di Kirov, Jesus Romero, primo ballerino del Balletto Indipendente (Messico), Valentina Pavez, Rodrigo Fernandez (Cile), insegnanti e coreografi diplomati del Laban Center, e si avvicina all'insegnamento seguendo vari corsi di formazione professionale, movimento creativo, propedeutica alla danza, e in ultimo il corso di aggiornamento per insegnati con Anita Magyari, Selene Manzoni per repertorio classico e Anna Rita Larghi per modern jazz.

In Messico lavora in numerosi programmi televisivi per Televisa, T.V Azteca; partecipa alle produzioni di Hello Dolly e Gipsy firmate da Silvia Pinal e a spettacoli di teatro-danza per l’infanzia, come Lo schiaccianoci, Sancho Panza, Il lago dei cigni. 

In Italia prende parte alle produzioni delle opere Carmen, La Vedova Allegra, Fausto e Traviata. Partecipa, inoltre alla sfilata per la conferenza stampa di Agatha Ruiz de la Prada, con le coreografie di Beatrice Carbone.

Lavora in progetti nazionali di danza come il Festival Andersen (teatro e circo di strada) a Sestri Levante come coreografa. E’ docente del laboratorio per il progetto regionale La Famiglia, e per il laboratorio di danza per il Liceo Artistico F. Casorati di Novara in collaborazione con Wanda circus. Collabora, inoltre con la società di pattinaggio artistico Accademia di Novara, in qualità di coreografa. Ha già svolto attività di docenza in altre realtà novaresi come Centro Danza Alcarotti e Quish-quash fitness. 

Al termine dell’anno di studio è previsto un saggio finale come elaborazione del percorso didattico svolto.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la segreteria del Istituto Brera ai numeri 0321623354 e 3386129071, da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 18.30, il giovedì dalle 9 alle 12; oppure ci si può recare presso la sede della scuola in Viale Verdi, 2 a Novara negli stessi orari. 

venerdì 10 gennaio 2014

Angela Gandolfo, soprano

Intraprende lo studio del canto lirico sin da giovanissima sotto la guida del M° Pio Bonfanti, affiancandovi parallelamente quello del pianoforte. 
Ha studiato presso l' “Accademia lirica del Mediterraneo” del M° Pietro Ballo con il M° Franco Ballo, si è perfezionata a Parma col M° Franco Federici, con il M° Romano Franceschetto, con il Soprano Lucetta Bizzi ed ha studiato sotto la guida del M° Lucia Rizzi presso il Conservatorio "Arrigo Boito” della medesima città. Ha intrapreso la sua attività operistica debuttando all'età di vent'anni a Milano con l' Opera "Nabucco" di G. Verdi nel Ruolo di Fenena (con esecuzione dell’ aria con variazioni per Soprano composta dallo stesso autore) presso il Teatro Derby. Ha partecipato a varie produzioni di "Barbiere di Siviglia" (Rosina – Berta) di G. Rossini (Venezia, Parma, Milano, Bergamo) e "Madama Butterfly" (Cio Cio San) di G. Puccini. Ha tenuto concerti e recitals lirici a Parma e provincia (Auditorium del Carmine, Corale Verdi, Sala Civica “Romano Gandolfi”…), Busseto, Roncole Verdi (Circolo Falstaff, Club Lirica Verdiana, Museo Nazionale G. Verdi…), Reggia di Colorno, Torino (con la partecipazione dell’ orchestra sinfonica nazionale della RAI), Milano, Como (Villa D’ Este e Yacht Club), Roma (Archivio Centrale dello Stato, Museo Nazionale degli strumenti musicali…), Grottaferrata (Abbazia di San Nilo), Venezia (Palazzo Barbarigo Minotto, Palazzo Cavagnis - Centro Culturale Valdese), Piacenza (Circolo dell’ Unione), Brescia, Verona – Anteprima Opera Arena di Verona, Palazzo Maffei, Palermo, Mede (Teatro Besostri), Nizza (Consolato Generale Italiano), Stoccolma (Sala Nervi IIC “C. M. Lerici”), Desenzano del Garda – Amici della Musica (con la presenza del Mezzosoprano Adriana Lazzarini), Londra, Zurigo per conto di importanti istituzioni musicali e culturali. 
Ha cantato in occasione del Festival Internazionale “Il Serchio delle Muse” 2012 e 2013 diretto dal M° Luigi Roni a fianco di artisti quali Ignacio Encinas e Francesco Ellero D’ Artegna. Tra le sue esibizioni si annovera una rara esecuzione parmense della “Via Crucis di Liszt” come I soprano solista. Per anni ha svolto un'intensa attività concertistica in formazione di Duo Pianistico con il M.° Roberto Barrali, con il quale ha inoltre vinto numerosi concorsi (IV Concorso Nazionale A.Gi.Mus., XI Concorso Nazionale Benedetto Albanese…). Angela Gandolfo ha già conseguito il Diploma di Laurea Accademico
di I livello in pianoforte presso il Conservatorio "Arrigo Boito" di Parma sotto la guida della Prof.ssa Lee Soung Kyung e continua a svolgere attività concertistica e operistica in qualità di soprano. 
Ha partecipato ad una Master Class con il soprano Amarilli Nizza, alla II International Master Class di canto lirico del docente A.Marcenò (debuttando in “Gianni Schicchi” di G. Puccini) ed alla Master Class
finalizzata alla realizzazione dell’ opera “Suor Angelica” di Puccini con il Maestro Andrea Papi. Si è perfezionata in ambito liederistico con il soprano Reiko Sanada a Parma ottenendo il Primo Premio al XXIV Concorso Internazionale “Giovani Talenti-Rovere d' Oro” per la Categoria Musica da Camera. 
Ha partecipato nel 2010 alla “Cenerentola” di G. Rossini nel ruolo di Tisbe presso il Teatro Comunale di
Carpi riscuotendo successo di pubblico e critica. Il 20 Ottobre 2011 si è esibita presso l’ Istituto Italiano di Cultura di Londra in un concerto in onore dei 150 anni dell’Unità d’ Italia, evento premiato dal Presidente della Repubblica Italiana G.Napolitano con una medaglia e che ha avuto la straordinaria partecipazione del M°Michele Pertusi. 
Il concerto, nel quale è stato inoltre protagonista il Coro delle Voci Bianche della Corale Verdi di Parma, è stato replicato presso il Consolato Generale Italiano di Nizza il 21 Gennaio 2012. 
Nello stesso anno debutta nel ruolo di Violetta in “Traviata” di Giuseppe Verdi in varie città italiane e si esibisce in veste di solista presso il ridotto del Teatro Regio di Parma in occasione del Festival Verdi. In
occasione delle celebrazioni del Bicentenario Verdiano è stata Leonora in una selezione di “Trovatore” ed ha interpretato i ruoli di Gilda (“Rigoletto”) e Violetta (“Traviata”) a Parma, Venezia ed in altre città italiane.

giovedì 9 gennaio 2014

Angela Alessandra Notarnicola, mezzosoprano

Angela Alessandra Notarnicola, mezzosoprano solista

Inizia a studiare canto presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli (Ba) per 1 anno per poi trasferirsi presso il Conservatorio “F. E. Dall'Abaco” di Verona dove frequenta per 4 anni il corso tradizionale di Canto Lirico alla guida della prof.ssa Ida Meneghelli, iscrivendosi nel 2004 al triennio sperimentale di Canto Lirico, studiando anche la Musica Vocale da Camera francese, tedesca e italiana, con approfondimenti sulla fonetica in lingua straniera ed anche di dizione italiana; al termine del corso di studi, consegue il diploma accademico di 1° livello con la docente Paola Fornasari Patti.
Frequenta master sulla vocalità con Stefano Anselmi e Eva Mei.
Vincitrice per due volte del ruolo a concorso in qualità di Azucena dal Trovatore di Verdi per Pergine Spettacolo Aperto e stagione teatro Rosetum di Milano.
Interpreta Marcellina in Le nozze di Figaro di Mozart, Berta nel Barbiere di Siviglia di Rossini, Mamma Lucia e Lola in Cavalleria Rusticana di Mascagni, Azucena nel Trovatore di Verdi, Amneris in Aida di Verdi, Fenena in Nabucco di Verdi, Charlotte nel Werther di Massenet, Mercédès in Carmen di Bizet, zia Principessa in Suor Angelica di Puccini, contessa di Coigny e Madelon in Andrea Chénier di Umberto Giordano, Zulma in Italiana in Algeri di Rossini, Preziosilla in Forza del Destino di Verdi, Emilia in Otello di Verdi, Maddalena nel Rigoletto di Verdi, La marchesa di Berckenfield in Figlia del Reggimento di Donizetti, Federica in Luisa Miller di Verdi, cover come Fanciulla dei Fiori in Parsifal di Wagner; ruoli debuttati presso Teatri del Nord Italia tra cui il Cineteatro Colognola di Bergamo, Teatri di Milano come Rosetum, San Babila, Derby, teatri del Trentino Opera Festival, Pergine Spettacolo Aperto, Festival di Mantova, Tiroler Festspiele Erl, Cenacolo di Lecco.
E’ invitata a esibirsi in recitals e concerti presso diverse realtà tra cui il Circolo Pavia Lirica, il Teatro Alfieri di Asti e il Teatro Coccia di Novara.
Solista in mottetti di Sabino con ensemble barocco a Turi (Ba) e in mottetti di Bach con ensemble vocale Bach di Bergamo, in Stabat Mater di G. B. Pergolesi, in Missa Brevis di Mozart, Magnificat e Gloria di Vivaldi, Messa Criolla di Ramirez, Folk Songs for seven instruments di L. Berio, Les Chansons madécasses di M. Ravel presso l’Auditorium del Conservatorio di Verona, Messa di Engel presso il Tiroler Festspiele Erl; si esibisce in lavori contemporanei e inediti quali Smog puro, ovvero il moderno Frankenstein e in Ascolto, silenzio dell’anima di M. Beaupain per la rassegna Concerti del Chiostro a Verona, in Di fiori, all’improvviso di Paola Samoggia ed anche in brani di Montalbetti, Panfili, Vacchi in concerti tenuti presso la Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico di Verona e il Teatro San Carlino di Brescia con il Ned Ensemble.
Si esibisce spaziando nel repertorio cameristico, operistico, da salotto in recitals per mezzosoprano e pianoforte durante i corsi di accompagnamento e collaborazione al pianoforte del M° Mutto presso il Conservatorio di Verona e nel duo Vibrazioni Musicali con il pianista M°Andrea Legato in diverse rassegne musicali come la Primavera musicale di Brescia e un ciclo di concerti presso il Circolo degli Ufficiali di Castelvecchio a Verona.
Ha inciso a Torino, con la Compagnia d’ Opera Italiana, arie da salotto di autori quali Tirindelli, Toselli, Arditi, Tosti, Braga e arie d’opera di Gounod, nella raccolta Canto L’Opera, per il marchio Ricordi Universal e Ricordi Raritis e brani inediti di Panfili e Montalbetti in versione live per il marchio Rai Trade con il Ned Ensemble di Desenzano (Bs); ancora con la Compagnia d’Opera Italiana, brani di musica sacra, per Canto L’Opera arie sacre per contralto, tra cui arie da Stabat Mater di Pergolesi, da Stabat Mater di Rossini, da Messa di Gloria di Donizetti, Liber Scriptus Proferetur da Requiem di Verdi, Agnus Dei dalla Petite Messe Solennelle di Rossini.
Insegna canto lirico, canto moderno e vocalità presso Associazione Musica Aperta di Milano e canto moderno presso Ricordi Music School e Play your sound di Milano. Presta anche consulenza e supporto tecnico-vocale per diversi cori.

mercoledì 8 gennaio 2014

SCUOLA TEATRI POSSIBLI un doppio week-end con Carozzeria Orfeo

SCUOLA TEATRI POSSIBLI - Teatro Libero - Milano (Via Savona 10) 
Il 2014 si apre all'insegna dell'originalità:un seminario unico con Carrozzeria Orfeo
Arriva a Teatri Possibili una delle compagnie teatrali più interessanti degli ultimi anni!
CAROZZERIA ORFEO
Per iniziare l'anno nuovo nei migliori dei modi Scuola Teatri Possibili  vuole offrirvi un'occasione unica e irripetibile:
un doppio week-end, l'11-12 e 18-19 Gennaio con una delle compagnie più interessanti, originali e pop degli ultimi anni: Carozzeria Orfeo!
Gabriele Di Luca e Massimiliano Setti così ci spiegano questo seminario che vuole stimolare e sviluppare le capacità dell'Attore- Autore:
...Crediamo che la natura più profonda del nostro lavoro sia la costante ricerca di una comunione tra movimento (spesso inteso come Teatro-Danza) e drammaturgia. La commistione, quindi, dei diversi linguaggi teatrali e la volontà di esplorare le connessioni tra parola, movimento, immagini e musica.

In questo seminario è nostra intenzione lavorare al fine di condividere un punto di vista sul nostro "teatro" e il metodo di lavoro che lo sostiene.
Ci sembra interessante proporre un percorso seminariale su uno dei temi più concreti, ma al tempo stesso più difficili e complessi da affrontare:
LA CREAZIONE.
Attraverso la nostra esperienza di autori-attori sarà interessante insieme ai partecipanti, partendo da alcuni spunti narrativi e da alcune idee condivise, indagare l'atto creativo sia dal punto di vista pratico che teorico.
Come nascono un testo e/o una partitura fisica?
Proporremo brevissime scene tratte da alcuni tra gli autori a nostro avviso più stimolanti e intelligenti del teatro contemporaneo mondiale.
Dopo averle analizzate e studiate nello spazio proveremo a riapplicarne i principi e le meccaniche tentando di comporre e scrivere noi stessi alcune nuove scene scegliendo se discostarci o aderire alle linee tematico-stilistiche del nostro autore di riferimento. Svilupperemo, quindi, insieme ai partecipanti, un percorso di composizione e di costruzione scenica..
La cosa a nostro avviso più divertente sarà la possibilità di giocare liberamente con la propria creatività imparando, al tempo stesso, alcune delle regole fondamentali della scrittura e della regia e quindi, implicitamente, della recitazione.
Alla fine dei due week end è prevista una breve dimostrazione di lavoro aperta al pubblico.
Per  costi maggiori informazioni clicca QUI
I posti sono limitati, contattaci subito!!!
E per ogni dubbio o curiosità non esitare a venirci a trovare in via Savona 10 a Milano!
TEATRI POSSIBILI MILANO
TEL: 02/8323182 / MAIL: milano@teatripossibili.org

2014_01_31 Casa della Musica di Trieste ospita un Masterclass con Daniela Mazzucato

Scuola di Musica 55 / Casa della Musica
Trieste, via Capitelli 3 

Dal 31 gennaio al 2 febbraio 2014 Casa della Musica di Trieste ospita un Masterclass internazionale di canto lirico tenuto dalla celeberrima soprano Daniela Mazzucato. Un’occasione unica per imparare e approfondire il proprio bagaglio musicale con una delle più grandi voci della lirica del nostro secolo.

Il corso di perfezionamento è dedicato a cantanti lirici maggiorenni italiani e stranieri con una buona preparazione di base. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 gennaio e la disponibilità è di 12 posti effettivi. Il corso è aperto anche agli uditori.


È con grande piacere che Casa della Musica ospita per la prima volta un corso di specializzazione dedicato al canto lirico. E lo fa con un’ospite di vera eccezione: Daniela Mazzucato è infatti tra i nomi più celebri dello scenario lirico internazionale degli ultimi decenni.
Ha cantato nei più grandi teatri del mondo (dal Covent Garden di Londra all’Opéra di Parigi, dall’Arena di Verona al San Carlo di Napoli), accanto a nomi come Pavarotti, Kraus, Gedda e Cappuccilli, anche sotto la direzione di Claudio Abbado. A Trieste vuole condividere con i giovani cantanti la sua esperienza attraverso un percorso di insegnamento costruito ad hoc sui partecipanti al Masterclass. Un’occasione davvero rara per giovani cantanti che vogliano confrontarsi con alcune delle più importanti qualità del palcoscenico della lirica: grande tecnica, rara musicalità e versatilità teatrale senza paragoni.

Daniela Mazzucato di nuovo a Trieste, dunque; e con questo Masterclass vuole iniziare un nuovo, importante percorso che la vede come docente (e importante mentore!) per le giovani voci. Un approccio all’insegnamento e alla trasmissione del “sapere” musicale che non mancherà di essere efficace, affascinante e illuminante per i suoi allievi. L’esperienza e l’intelligenza che contraddistinguono il suo approccio musicale sono quelle che lei stessa vuole condividere con i più giovani, per creare consapevolezza tecnica e artistica nelle nuove generazioni di cantanti. L’intenzione è quella di calibrare le lezioni sulle singole esigenze di tutti gli allievi, scoprendo insieme a loro i punti di forza e di debolezza, approfondendo le nozioni tecniche senza mai tralasciare gli aspetti stilistici e interpretativi. Lo studio dell’emissione, l’analisi del fraseggio, la proprietà delle dinamiche vocali, il riconoscimento delle caratteristiche dei diversi repertorii sono al centro delle analisi che la Mazzucato intende proporre ai giovani interpreti che si presenteranno al corso.

Daniela Mazzucato: artista dalle duttili caratteristiche vocali e dall’eclettico temperamento teatrale, Daniela Mazzucato spazia  dal repertorio barocco (Händel, Cesti, Scarlatti), all’opera  di Mozart e Donizetti, dalla musica contemporanea all’Operetta, al Musical, alla canzone francese, fino alle esperienze nel teatro drammatico (come in Fräulein Pollinger di Horvath per la regia di Pressburger e To be or not to be messo in scena da Antonio Calenda al Politeama Rossetti per il quale le è stato attribuito il Premio Salvo Randone). Per questo suo fenomenale talento della rigenerazione nel segno della classe e della freschezza, Daniela Mazzucato rappresenta un caso pressoché unico nel teatro italiano ed europeo.   Veneziana di nascita, ha compiuto gli studi di canto al Conservatorio «Benedetto Marcello» debuttando a soli diciannove anni nel ruolo di Gilda in Rigoletto al Teatro La Fenice di Venezia.  Il successivo debutto al Teatro alla Scala come Susanna nelle Nozze di Figaro e nell’Amore delle tre melarance di Prokofiev, con la direzione di Claudio Abbado e la regìa di Giorgio Strehler, ha dato inizio ad una carriera che l’ha portata nei più prestigiosi teatri e sale da concerto in Italia e all’estero, quali la Royal Opera House-Covent Garden di Londra, l’Opéra di Parigi, l’Hamburgische Staatsoper, l’Arena di Verona, il Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Comunale di Bologna, il Teatro dell’Opera di Roma, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, la New Israeli Opera di Tel Aviv, il Glyndebourne Opera Festival.  Partner di cantanti illustri come Luciano Pavarotti, Alfredo Kraus, Nicolai Gedda, Piero Cappuccilli, raffinata interprete dei  ruoli di soprano-soubrette,  ha frequentato a lungo con straordinaria personalità il teatro d’operetta, di cui è considerata la primadonna assoluta. Numerose anche le sue partecipazioni a programmi televisivi di successo.
I moduli di iscrizione e il bando con il regolamento per la partecipazione al Masterclass si possono ritirare presso la Segreteria di Casa della Musica (TEL. +39 040 307309, da lunedì a venerdì dalle ore 15.00 alle 19.00; giovedì dalle 10.00 alle 12.00) o possono essere richiesti via email all’indirizzo info@scuoladimusica55.it. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 gennaio. Dodici gli allievi effettivi che saranno accettati (verrà considerato l’ordine di arrivo delle domande), e anche allievi uditori saranno ammessi al corso.

In allegato il modulo d’iscrizione e il bando di partecipazione al Masterclass.
_________________________________________________
Per Scuola di Musica 55/Casa della MusicaConnectEventi - mob. +39 338 4543975
mail: connecteventi@gmail.cominfo@connecteventi.com

venerdì 3 gennaio 2014

Rudolf Rosen, baritono

Vincitore del Concorso Belvedere di Vienna, il baritono svizzero Rudolf Rosen si è esibito nelle principali sale da concerto europee, tra cui Den Gamle Logen  di Oslo, Liederhalle a Stoccarda, Gewandhaus di Lipsia, Herkulessaal di Monaco, Tonhalle di Zurigo, Viktoria Municipio di Ginevra e Prinzregentheater a Monaco di Baviera.
Dal 2001 al 2004 è stato membro del Staatstheater di Stoccarda. Ha presentato con successo la sua interpretazione del ruolo di Don Giovanni nella nuova produzione di Neuenfels, nel 2002, al pubblico di Stoccarda . Nel 2004/05 ha avuto un enorme successo come Silvio in Pagliacci e Guglielmo in Così fan tutte al New National Theatre di Tokyo. 
È stato scelto per una nuova produzione de Der Freischütz a Ginevra e ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano e a Vienna come Tierbändiger / Atleta in Lulu, diretta da Daniele Gatti. Durante l'ultima stagione ha debuttato come il Conte ne Le Nozze di Figaro all'Opera di Lione.
Impegni recenti e futuri includono la Nona Sinfonia di Beethoven presso il Palau de les Artes a Valencia, diretta da Riccardo Chailly; Deutsches Requiem di Brahms a Lisbona con l'Orchestra Gulbenkian; Das Paradies und die Peri di Schumann a Parigi e Lucerna. 

Gregory Warren, tenore

La carriera di Gregory Warren, tenore, è cominciata quando è stato scelto per far parte del Placido Domingo – Cafritz Programme presso la Washington National Opera. Dopo aver completato con successo il progetto, è stato invitato per tre stagioni consecutive, dal 2008 al 2011, alla Deutsche Oper di Berlino. Ha cantato in molti teatri d'opera internazionali (Los Angeles Opera, Deutsche Oper di Berlino, Staatsoper di Berlino, De Nederlandse Opera, New National Theater di Tokyo e l'Estonia National Opera).
Ha ricoperto i ruoli di Rodolfo (La Bohème), Alfredo (La Traviata), Tamino (Die Zauberflöte), Lopas e Hylas (Les Troyens), Ferrando (Così fan tutte) e Arturo (Lucia di Lammermoor). Ha cantato inoltre al Concertgebouw di Amsterdam con la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra nel concerto trasmesso in diretta tv dell’opera di Tomas Adès The Tempest. Si è recentemente esibito con l'Orchestra Sinfonica di Dallas diretta da Jaap van Zweden come solista nella Lobgesang di Mendelssohn. Meritevoli e recenti interpretazioni includono il ruolo di Ferrando in Così fan tutte al New National Theater di Tokyo e Washington National Opera. Recente il debutto alla Carnegie Hall di New York nella prima mondiale di Flowers over the graves of war di James Eakin III e all'Opera di Marsiglia con Les Troyens. Con l'Orchestra Nazionale Russa di Mosca ha interpretato la parte di Gesù ne Marie Magdalene di Massennet.
Prossimamente sarà al Teatro dell'Opera di Bratislava nel ruolo di Tito ne La Clemenza di Tito,  all'Opera di Marsiglia nel ruolo di Steuermann in Der Fliegender Holländer e al Maggio Musicale Fiorentino nel ruolo di Parsifal.

Deborah Nansteel, mezzosoprano

Arricchisce la sua formazione canora partecipando al Placido Domingo - Cafritz Young Artist Program con la Washington National Opera. Prossimi impegni includono Curra ne La Forza del Destino e la Terza Signora ne Il Flauto magico con la Washington National Opera, così come la donna straniera ne The Consul e Giunone e Ino nella Semele di Handel, con la Seattle Opera.
I ruoli recentemente interpretati includono Mary ne The Flying Dutchman con il Festival di Glimmerglass, Suor Infermiera ne Suor Angelica  e Dame Marthe nel Faust presso la Seattle Opera, così come il doppio ruolo di Lily e la Strawberry Woman in Porgy and Bess presso la Dayton Opera. Ha anche cantato Berta ne Il Barbiere di Siviglia di Rossini con  il San Francisco Opera’s Merola Opera Program. Ha inoltre recentemente cantato il Messiah con la Memphis Symphony , la Madre in Amahl and the Night Visitors con la Cincinnati Chamber Orchestra, Mirabai Songs di John Harbison con gli Oregon Mozart Players, Les Noces di Stravinsky e il Credo di Penderecki.

Maida Hundeling, soprano

Nata in Tunisia, la sua ricca carriera si è svolta rapidamente e principalmente nei paesi di lingua tedesca. In particolare, è ospite frequente del Teatro dell'Opera di Praga, dove ha cantato con grande successo   come Senta in Der Fliegende Holländer, nei ruoli principali di Turandot , Aida, Tosca, Amelia in Un ballo in maschera e Donna Anna in Don Giovanni. Al Teatro Nazionale di Praga ha interpretato Katerina in Greek Passion di Martinu diretta da Jiri Belohlavek, il ruolo di Adriana Lecouvreur e Giulietta in Les contes d'Hoffmann. Fra le sue interpretazioni si ricordano Chrystothemis in Elektra nei teatri di Bolzano, Piacenza, Modena, Ferrara e all’Anhaltisches Theater di Dessau.
Nel repertorio tedesco, si ricordano Leonore in Fidelio nel suo debutto canadese con la Edmonton Opera, Ariadne in Ariadne auf Naxos alla Staatstheater di Norimberga, Elisabeth e Venere in Tannhäuser all’Oldenburgisches Staatstheater, al castello Wartburg di Eisenach, facendo parte del cast per lo stesso titolo al Teatro alla Scala. Inoltre, Marie in Wozzeck al Theater Regensburg, Agathe in Der Freischütz allo Staastheater Braunschwieg e ad Eisenach; Marta in Tiefland al Teatro Trier, Rezia in Oberon alla Städtische Bühnen Münster. Ha cantato Turandot con il Teatro Regensburg e il Teatro Nazionale Slovacco, Aida all’Opera di Lipsia, in tour in Giappone, e al Grosses Festspielhaus di Salisburgo; Ellen Orford nel Peter Grimes con lo Staatstheater di Hannover e Wuppertaler Bühnen, Jenufa al Teatro Antonín Dvorák di Ostrava e all’Opera di Stato Slovacca, Lisa nella Dama di picche al Wuppertaler Bühnen, Adriana Lecouvreur al Landestheater  di Passau, Tosca al Festival di Smetana nel Litomyšl Festival e alla Volksoper di Vienna.
Le sue più recenti apparizioni in concerto includono interpretazioni di Krasava in Libuše di Smetana e il ruolo del titolo in Sarka di Fibich al Festival di Smetana a Plzen. Nella scorsa stagione ha interpretato fra l’altro Jenufa al Teatro di Stato Slovacco e Giorgetta in Il Tabarro alla Volksoper di Vienna.

Clemens C Löschmann, tenore

Clemens C Loschmann  (tenore) nasce a Berlino e riceve la sua formazione artistica alla Scuola superiore di Musica della stessa città dal professore Johannes Hoefflin. Frequenta poi le classi di perfezionamento dei professori Aribert Reimann e Dietrich Fischer-Dieskau.
Nell’ambito operistico partecipa a numerose produzioni di diversi teatri d’opera e di gruppi privati, fra l’altro a Berlino, Amburgo, Vienna e Zurigo. Diventa componente fisso dell’Ensemble dell’Opera di Brema e ottiene importanti ingaggi dal Teatro dell’Opera di Berlino, Francoforte sul Meno, Royal Opera House Covent Garden di London, Teatro Carlo Felice di Genova, Gran Teatre del Liceu di Barcelona.
Fanno parte del suo repertorio operistico, oltre a ruoli nelle opere mozartiane, anche ruoli in opere liriche del XX secolo. Ha anche collaborato attivamente alla realizzazione delle prime rappresentazioni di opere nelle quali le parti del tenore sono state composte appositamente per lui.
E’ molto apprezzato come tenore solista in Oratori e concerti di musica barocca, classica e contemporanea internazionale  e svolge continuativamente attività didattica a Brema.

Joanna Klisowska, soprano

Ha studiato all’Accademia di Musica di Wroclaw (Polonia) diplomandosi in Violino, in Danza, quindi in Canto con Prof. B. E. Werner, nella specializzazione Musica Antica. Ha proseguito il perfezionamento nella musica del periodo barocco e classico, dedicandosi anche al repertorio da camera collaborando con il pianista e direttore Filippo Faes. 
Joanna svolge un’intensa attività artistica lavorando fra gli altri con Artsemble, Bozen Baroque Ensemble, Il Canto di Orfeo, Collegium 1704,  Divina Armonia, Immortal Bach Ensemble, Ricreation d’Arcadia, SWR Stuttgart Vocal Ensemble. Svolge anche attività didattica, insegnando Canto barocco  presso il CDM Centro Didattico MusicaTeatroDanza (Rovereto) e tenendo masterclass in vari centri europei. Ha inciso l’Oratorio per la Settimana Santa di L. Rossi con la direzione di G. Capuano, con il quale sta effettuando anche l'incisione completa degli oratori di G. Carissimi. Altre incisioni: Oratorium Musicum “Der Mensch ein Gottesmörder”, dir. C. Astronio (Amadeus, 2007); Mottetti di F.A. Bonporti con l'ensemble giapponese Ricreation d'Arcadia (ORF - Radio Nazionale Austriaca 2008 ); Caino ovvero Il Primo Omicidio di A. Scarlatti (Abele) dir. R. Vettori (DUX Polonia 2009), Responsoria di J. D. Zelenka con Collegium 1704, dir V. Luks (Akcent 2012); cd “Close thine eyes” di Henry Purcell con Peter Kooij  (Stradivarius 2012).
Prossimi impegni discografici: arie da camera di Cesare Dominiceti con pianista Corrado Ruzza per Tactus (Italia); Madrigali d’estate, espressamente composti per Joanna da Alfredo Franco, con il chitarrista Giulio Tampalini.

(Foto Press Joanna Klisowska fot.Laelia Milleri)