sabato 31 agosto 2013

Andrea Repetto, viola

Andrea Repetto (Torino, 1965), allievo di A. Farulli alla Scuola di Musica di Fiesole, si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze e perfezionato in viola e quartetto d’archi con J.Bashmet, M.Skampa. G.Kurtág e P.Farulli. Membro fondatore del Quartetto d’archi di Torino, ha vinto importanti concorsi nazionali ed internazionali e suona nelle principali stagioni concertistiche in Italia e all’estero.
Collabora come prima viola con l’orchestra da camera Streicherakademie Bozen. Dal 1999 tiene corsi di orchestra d’archi e musica da camera presso la Scuola di alto perfezionamento di Saluzzo. Vincitore del concorso nazionale per titoli ed esami per posti di ruolo, è docente ordinario di Quartetto d’archi al Conservatorio "C. Monteverdi" di Bolzano, dove dal 2000 tiene un corso di specializzazione postdiploma per quartetti. Suona una viola M. Capicchioni (Rimini 1955).
http://www.concertodautunno.it/130410-coccia/130410-coccia-quintetto.htm

Andrea Giovanni Comelli, basso


ANDREA GIOVANNI COMELLI, nato a Voghera il 25 marzo 1980 registro vocale: Basso 
Ha conseguito diploma di maturita’ classica nel 1999 presso il liceo “G.PEANO di Tortona. Ha intrapreso lo studio di canto lirico con il Maestro Alessandro Verducci di Voghera, coadiuvato dal pianista e ripassatore Maestro Louis Baragiola di Milano. Il suo primo debutto è stato con Traviata, a Voghera, nelle vesti del Dott.Grenvil e del Marchese D’Obigny. Ha svolto intensa attività concertistica nei comuni di Parma, a Busseto, nel pavese e nell’alessandrino eseguendo brani di tradizione popolare, sacra e operistica. Nel dicembre 2011 a Pieve Porto Morone ha eseguito l’Oratorio di Noel di Camille Saint Saens con il Maestro Rosalia Dell’acqua. 
Nel marzo 2012 ha vinto l’audizione come I° basso presso l’ente BSB OPERA di Milano per le opere: Rigoletto,Lucia di Lammermoor, Traviata. Nell’estate 2012, sotto la direzione del M°Stefano Giaroli ha debuttato ad Ivrea nella Carmen di Bizet con la regia del M°Paolo Bosisio. Nel gennaio 2013 ha partecipato al XII CONCORSO INTERNAZIONALE FLAVIANO LABO’ risultando semifinalista. Nel febbraio 2013 ha conseguito il II° premio nel CONCORSO INTERNAZIONALE MARIA MALIBRAN.
Il recente 23 marzo 2013 al Palazzo dei Congressi di Lugano, sotto la direzione artistica del M°Carlo Pesta, la regia del M°Paolo Bosisio e la direzione del M°Giammario Cavallaro ha interpretato nella Traviata i ruoli del Dott.Grenvil e del Marchese D’Obigny.
Ha vinto nel 2013 il Primo Premio al Concorso Porana lirica.

Graziella Brega, soprano

Ha studiato canto sotto la guida del Soprano Maria Laura Groppi.
Nel 2005 ha seguito una Master Class con il Soprano Renata Scotto.
Collabora con il Laboratorio Lirico Palestrina di Castel San Giovanni.
Ha debuttato nelle opere Carmen, L’Italiana in Algeri, Le Nozze di Figaro, La Boheme, Falstaff, Suor Angelica, Gianni Schicchi.
Collabora come artista del coro con il Teatro Municipale di Piacenza dove ha lavorato in numerose produzioni (Requiem di Verdi sotto la direzione di Rostropovich e Metha, Pagliacci con Josè Cura, I due Foscari con Renato Bruson, Don Pasquale sotto la direzione del maestro Riccardo Muti).
Collabora come solista con la Compagnia Teatrale Corona di Milano in produzioni nazionali ed estere.
Si esibisce come solista in concerti con repertorio vario: arie d’opera e d’operetta, arie sacre, arie da camera e canzoni del repertorio napoletano.

Michele Cosentino, danzatore

Direttore artistico e insegnante, nasce a Cosenza nel 1979. Nel 1998 si diploma presso la Dance Art International di Londra, studia e si perfeziona con insegnanti di fama mondiale a Cannes e a Londra.
Dal 2000 lavora come danzatore professionista in varie compagnie di operette. Ha partecipato come danzatore in numerose opere liriche, dirette da registi e coreografi di fama mondiale, all’Arena di Verona, al Teatro Regio di Parma e al Teatro alla Scala di Milano.

Iacopo Pivari, contrabbasso

Contrabbassista, nasce a Broni nel 1989. Inizia gli studi di Basso Elettrico e Contrabbasso all’età di 14 anni con il maestro Davide Secchi presso la civica scuola musicale di Garlasco.
Prosegue i suoi studi di Contrabbasso con il maestro Marcello Testa e dal 2009 frequenta il Triennio di Specializzazione in Contrabbasso Jazz presso il Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria, sotto la guida del Maestro Lucio Terzano, figura di spicco nel panorama del Jazz internazionale. Dal 2011 fa parte del Quartetto Jazz del Conservatorio Antonio Vivaldi.

Roberta Cosentino, danzatrice

Direttore didattico e insegnante, nasce a Cosenza nel 1985. Inizia gli studi all’età di 7 anni. Nel 1998 si è presentata per essere ammessa al III corso della Scuola del Teatro alla Scala di Milano, venendo invece ammessa al IV corso.
In seguito ha approfondito gli studi con insegnanti di fama internazionale quali Galina Sansova, Peter Wright, Niurka de Saa, Ramona de Saa, Serge Manguette, Elisabetta Hertel, Carla Perotti e tanti altri.
Si diploma nel 2005 presso la Royal Academy of Dance, con il massimo dei voti. Partecipa a numerosi balletti di repertorio come Coppelia, con la Compagnia Balletto Italia di Carla Perotti, Pas-de-quatre, Don Quixotte e Bella Addormentata.
Lavora come ballerina in varie compagnie di operette. Ha partecipato inoltre a molte opere liriche.

venerdì 30 agosto 2013

AL VIA CORSI MUSICALI IN PARROCCHIA A LUNGAVILLA

AL VIA CORSI MUSICALI IN PARROCCHIA A LUNGAVILLA
In collaborazione con Chitarrorchestra e il Corpo Musicale Città di Voghera

Con l’avvio del nuovo anno scolastico per tanti giovani è il momento di scegliere anche le attività dedicate al tempo libero: la Parrocchia di Lungavilla, guidata da Don Cesare de Paoli, in collaborazione con Chitarrorchestra Città di Voghera, diretta dal maestro Giancarlo Boffelli, e il Corpo Musicale Città di Voghera diretto dal maestro Franco Garbarini, organizza corsi musicali per chi intende avvicinarsi al mondo delle sette note.  Fra le tante proposte ci sono lezioni per imparare a suonare chitarra elettrica, a plettro ed elettrica, ma anche il basso elettrico, la batteria e gli strumenti a fiato, con possibilità di avere anche uno strumento in dotazione. I corsi, aperti a tutti, svolgono i programmi didattici stabiliti dal “Centro Accademico Musicale Italiano”. Le lezioni si terranno da fine Settembre presso l’Auditorium Casa del Giovane di Lungavilla. Alla fine di ogni anno scolastico, poi, si terranno una sessione di esame ed una serata musicale in cui i partecipanti ai corsi potranno esibirsi di fronte al pubblico, in una sorta di saggio. Info e iscrizioni allo 0383.49916 (maestro Boffelli).

martedì 27 agosto 2013

Jae Yeon Son, tenore

Nato a Seoul (Corea del sud) il 19/11/1978, si laurea nel 2003 all’ “Università Nazionale Coreana dell’Arte”, si diploma nel 2010 presso il conservatorio G. Verdi di Milano con la professoressa Jenny Anvelt. Vince nel 2004 il premio speciale miglior tenore al “Concorso internazionale capriolo”, nel 2006 il “Concorso internazionale Flaviano Labò”, nel 2009 primo classificato al “Concorso internazionale Giulietta Simionata” e premio speciale C. Fraschini al “Concorso internazionale Spiros Argiris”, nel 2010 primo classificato al “Concorso internazionale Pierro Cappuccilli”. 
In Italia ha partecipato a varie opere e concerti: nel 2005 Concerto domenica al teatro Bibienna a Mantova, nel 2006 concerto G. Verdi al Tearto Fabbricini a Forlì, nel 2006 e 2007 opera “Aida” nel ruolo di Radames al Teatro Cappucini a Lecco, Teatro San Giorgio e Teatro municipale Volterra, nel 2007 opera “Teresa e Gianfaldoni” nel ruolo di Gianfaldoni a Villa Simonetta a Milano, nel 2009 concerto “Serata dell’opera” presso il Teatro Auditorium Orpheus a Torino, nel 2010 opera “La traviata” nel ruolo di Alfredo Germont al Teatro di Vercelli, Castello di Villata, Ponzone, nel 2010 opera “L'elisir d'amore” nel ruolo di Nemorino al teatro di Vercelli, Castello di Villata, Biella e altri teatri.
Nell'aprile 201 ha cantato al Teatro Cagnoni di Vigevano nel concerto benefico per la Croce Rossa organizzato da Mario Mainino (http://www.concertodautunno.it/110409-crocerossa/110409-crocerossa.htm).

domenica 25 agosto 2013

CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER INSEGNANTI DI DANZA


E' USCITO IL BANDO PUBBLICO !!!
CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE 
PER INSEGNANTI DI DANZA 

Regione Toscana-Provincia di Livorno-A.E.D. 

TECNICO QUALIFICATO NELL'INSEGNAMENTO 
DELLA DANZA  
DELLA DURATA DI N. 600 ORE
(di cui 305 ore di lezione frontale, 55 ore di FAD e 240 stage) TREDICESIMA EDIZIONE
DOMANDE ENTRO IL: 10 OTTOBRE 2013
INIZIO CORSO: 16 NOVEMBRE 2013
Il bando, le note e la domanda d'iscrizione possono 
essere scaricati su: www.dancenews.it
per informazioni:

A.E.D.

www.dancenews.it e-mail: aed@dancenews.it
Tel.0586-410825 fax 0586-343111
via Masi 7 57121 Livorno (ITALY)

sabato 24 agosto 2013

Paolo Marzocchi, pianista e compositore

Pianista e compositore, Paolo Marzocchi è nato ed ha studiato a Pesaro. È considerato uno dei musicisti più interessanti nel panorama italiano della musica contemporanea d’arte, verso la quale ha sviluppato un approccio multiforme e incurante delle barriere linguistiche. Musicista di formazione classica, ha all’attivo esperienze nei campi più diversi, dal teatro, al cinema, alla radio, fino alle sperimentazioni con altri linguaggi e alla composizione “pura”, campo in cui ha ricevuto numerose commissioni per la realizzazione di opere pianistiche e orchestrali. 
Nella doppia veste di interprete e compositore si è esibito con grande successo in sale prestigiose (KKL di Lucerna, Parco della Musica di Roma, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Dal Verme di Milano, Arena di Verona, Teatro Degollado di Guadalajara, Auditorium IMER di Mexico City, Festival Multiplicidade di Rio de Janeiro, Borderline Moving Images Festival di Beijing, BKA Theatre di Berlino, Suntory Hall di Tokyo, Auditorium Paganini di Parma, Teatro dell’Opera di Roma, Festival Pergolesi Spontini, Teatro delle Muse di Ancona, Biennale di Venezia etc.). E’ stato ospite con un progetto speciale presso il Lucerne Festival – At Easter (marzo 2012) in seguito al quale ha ricevuto la commissione per una nuova composizione che è stata eseguita in prima assoluta il 17 marzo 2013. 
Proprio per il duplice ruolo di compositore/esecutore, è stato avvicinato dalla critica alla figura del pianista e compositore ottocentesco, ormai quasi scomparsa: nei suoi concerti le proprie composizioni sono frequentemente accostate a pagine del grande repertorio e rarità pianistiche. Tra queste ultime, un posto a parte merita senza dubbio il lavoro compiuto su Julius Reubke, geniale e sfortunato allievo di Liszt di cui Marzocchi ha pubblicato l’edizione critica dell’opera pianistica (Rugginenti 2008) e un cd con l’integrale delle musiche per pianoforte e organo, insieme organista Luca Scandali (CPO, 2009). Numerosissime le collaborazioni con diversi artisti, musicisti e non, tra cui il direttore Michele Mariotti, il regista Henning Brockhaus, il poeta Gianni D’Elia, i video artisti Cristiano Carloni e Stefano Franceschetti, il cornista e direttore d’orchestra Alessio Allegrini, il regista Michal Kosakowski, il fisarmonicista Claudio Jacomucci, lo scrittore e critico Guido Barbieri, i direttori Alberto Zedda, Johannes Wildner. Le sue composizioni sono pubblicate dalla Casa Musicale Sonzogno e Rugginenti Editore. 
Frequentatore e appassionato di tutte le discipline che ruotano attorno alla musica, è spesso invitato anche in veste conferenziere, musicologo e divulgatore. Fa parte del movimento dei Musicians for Human Rights, attraverso il quale è impegnato attivamente in progetti legati all’istruzione musicale e alla sensibilizzazione sociale, nonché alla creazione di orchestre e cori giovanili, per le quali ha composto delle opere in cui i giovani musicisti hanno la possibilità di suonare con grandi professionisti.


Vedi fotoservizio concerto a LaVerdi Milano:
http://www.concertodautunno.it//130822-laverdi/130822-laverdi.htm

giovedì 22 agosto 2013

Leigh Holman, regista

Leigh Holman è una affermata regista di Opera. Come direttore dell'Opera Colorado Ensemble Artist, ha diretto due produzioni itineranti a stagione, concerti e altre rappresentazioni per promuovere "Opera Colorado" ed i giovani artisti che partecipano al programma. Leigh Holman è stata in precedenza presidente della Voice and Opera Studies Area presso la University of Arkansas a Little Rock. Ha conseguito laurea in Opera Performance alla Eastman School of Music e un Dottorato in Arti Musicali presso l'Università del Colorado, Boulder.Ha ricevuto il suo baccelierato in Musicapresso la University of Southern California.
Ha diretto e lavorato per compagnie ed istituzioni liriche quali Portland Opera, Nashville Opera, Opera Nazionale, Wildwood Opera, Teatro dell'Opera di Fort Collins, dell'Università del Colorado, University of Arkansas, Eastman Teatro dell'Opera e altri. Ha diretto oltre 30 produzioni teatrali operistiche e musicali professionali e accademiche.
Alcune delle sue produzioni come regista e assistente alla regia includono Il barbiere di Siviglia, Hansel e Gretel, Madama Butterfly, La Boheme, La Traviata, Falstaff, La vedova allegra, Die Fledermaus, Don Giovanni, Le Nozze di Figaro, Amahl and the Night Visitors (Menotti), la Cenerentola, Tutti insieme appassionatamente, Trial by Jury, Iolanthe, The Island of Tulipatan, la Curandera, Noye’s Fludde, Giuseppe e l'incredibile veste dei sogni in Technicolor (A.L.Webber), A Funny Thing Happened on the Way to the Forum, Side by Side by Sondheim, Red, Hot and Cole e molti programmi operistici e musicali spaziando dal periodo barocco all'opera americana contemporanea.
Ha lavorato come assistente alla regia per Ron Daniels (Direttore Associato della Royal Shakespeare Theatre di Londra) nell'acclamata produzione di Madama Butterfly al Teatro dell'Opera Colorado e nel 2007 con James Robinson per la produzione de La Traviata sempre alla Colorado Opera.
Nel 2009, Leigh Holman ha diretto un nuova produzione de La Traviata di Peter Dean Beck, e curato la regia per  Don Giovanni, sia nel Macky Auditorium che in una nuova produzione al Rorem Our Town.
Nella stagione 2010-2011 ella ha diretto Carousel, Susannah  e The Mass di L.Bernstein. Nell'estate 2010 ha lavorato come fondatore, direttore artistico e direttore di palcoscenico per la CU NOW, per la prima assoluta di opere di Robert Aldridge, Herschel Garfein, Dan Kellogg e J. Michael Martinez e nel 2011-2012 ha diretto la stagione lirica della CU (Colorado University), con brani tratti da "Orgoglio e pregiudizio" di Kirke Mechem e "Rosencrantz e Guildenstern sono morti: The Opera di" di Garfein.  In Italia ha diretto "La cambiale di matrimonio" al Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia.

Gert van Hoef, organo

Gert van Hoef è nato il 17 giugno 1994 nella città di Barneveld, Paesi Bassi. E 'cresciuto senza specificamente impegnarsi in attività musicali. All'età di 13 anni scopre l'organo e riceve le sue prime lezioni di organo da suo nonno che lo familiarizza con lo strumento. Divenne presto chiaro che Gert era un vero talento ed i suoi genitori decidono di dargli un organo. I primi mesi Gert suona l'organo in casa senza essere un tutore. 
Nel giugno 2008 riceve le sue prime lezioni di organo da Ms. Daamen, organista e accompagnatore del coro a Barneveld.
Nel gennaio 2009 Gert partecipat al Concorso Internazionale Classic Music Organ Competition della casa costruttrice Organfactory a Ede. Con sorpresa di tutti, immediatamente entra  alla fase finale del concorso tenutasi presso Hardenberg Family Days dove vince il 1° premio nella sua categoria di età nel febbraio 2009. Nel giugno 2009, viene pubblicata la registrazione in CD della finale che ha avuto luogo nella chiesa di San Maartens a Tiel. Il CD intitolato "Finale" è stato presentato al Duikenburgse Days.
Nel gennaio 2010 ha ricevuto le sue prime lezioni di organo dal celebre organista concertista Evert van de Veen dalla città di Voorthuizen.
Nei diciotto mesi che è stato sotto la guida di Evert van de Veen, la sua musicalità è fiorita ed ha sviluppato il suo repertorio sia in ampiezza e profondità. Durante questo periodo, Gert è stato spesso richiesto per spettacoli e concerti in tutto il paese. Anche dall'estero si è mostrato interesse per questo giovane organista. I molti filmati di Gert su YouTube destra fin dall'inizio della sua carriera musicale sono probabilmente un motivo di questo interesse.
Nel giugno 2010, come regalo per il suo 16° compleanno, gli fu offerto di fare una registrazione DVD di lui che suonava il famoso organo Moreau nella chiesa del Sint-Jan a Gouda. Nello stesso mese, è stato nominato organista della chiesa della Chiesa Riformata alla città di Voorthuizen.
Nell'agosto 2010 ha vinto il concorso Feike Asma organizzato dalla fabbrica di organi Johannus. Nel 2011 arriva secondo in quella stessa competizione.
A partire dal dicembre 2011, Gert diviene organista residenzte dello showroom di organo Eminent a 'The Point' in Voorthuizen. 
In questo showroom ha eseguito un concerto da solista nel gennaio 2012, essendo il primo concerto negli Winterseries Organ Concerti. Il suo primo DVD commerciale è stato registrato durante il concerto, e può essere ordinato attraverso il suo sito web.
Il 1° luglio 2013, nella Westerkerk (Chiesa occidentale) ad Amsterdam, Gert ha fatto il suo esame di ingresso per lo studio principale organo al Conservatorio Reale di
L'Aia. Ha eseguito la Toccata e fuga in re minore BWV 565 diJohann Sebastian Bach, e il primo movimento dalla sinfonia n.2 di Louis Vierne (allegro).
La commissione esaminatrice ha deciso all'unanimità di ammettere di Gert nel Conservatorio di Musica. Il suo insegnante Jos van der Kooy, è stato colpito dalla capacità tecnica di Gert.
Alla fine di agosto 2013,arà impegnato in una prova per determinare il livello appropriato in cui verrà inserito.
Toegift Concert Venhuizen - Fantasie Toccata 'Heer u bent mijn leven'

mercoledì 21 agosto 2013

Coro lirico “Ponchielli Vertova”


Il Coro lirico “Ponchielli Vertova” affonda le proprie radici nell’Ottocento quando nasceva con il nome di “Accademia Filarmonica Corale Cremonese” ed era costituita da 35 persone. Segretario fondatore fu il tenore Aldo Pernice che aveva percorso una breve carriera lirica cantando pure al Teatro La Fenice di Venezia. Questa Corale prima diretta dal M.o Gaetani si esibì sia al Teatro Ponchielli sia all’appena inaugurato Politeama Verdi. Venne in seguito guidata dal M.o Ottorino Vertova, mantovano di Governolo, che si era rivelato nel 1901 a Mantova nelle celebrazioni in onore del M.o Giuseppe Verdi scomparso in quell’anno. Il M.o Vertova, era stato scelto da Puccini e Toscanini per istruire i cori alla prima assoluta de “La Fanciulla del West” a New York nel 1910. Il M.o Vertova la guidò fino alla sua scomparsa creando più di una generazione di coristi dai quali uscirono anche grandi solisti. Nel 1989 i coristi della Corale “Ottorino Vertova” si sono uniti ai coristi della Corale “Ponchielli” dando vita alla nuova Corale “Ponchielli-Vertova”, che sotto la guida esperta del M.o Don Goffredo Crema e con il felice apporto della Presidenza di Francesco Bianchi, sembra aver riacquistato sicuramente tutto l’antico splendore, tenendo concerti in Italia e di recente anche all’estero. Nel 1999, il M.o Don Goffredo Crema, ha lasciato la bacchetta al M.o Michele Ghisolfi. 
Dal marzo 2004 il M.o Michele Ghisolfi lascia la direzione dopo 5 anni di intenso lavoro durante i quali ha intrapreso un percorso di approfondimento e di perfezionamento del repertorio, inserendo molte pagine nuove ed alcune opere complete, portando la formazione ad una crescita qualitativa che ha permesso di conseguire numerosi successi. 
Il M.o Michele Ghisolfi cede la direzione del Coro al M.o Patrizia Bernelich.
Il Coro Lirico "Ponchielli-Vertova" è  nato attraverso la fusione delle due Corali "Amilcare Ponchielli" e "Ottorino Vertova". La prima già nel 1881 aveva visto il proprio cammino prestigioso con la presenza costante a tutte le Stagioni Liriche del Gran Teatro cittadino (Amilcare Ponchielli). Alcuni elementi, in seguito, hanno fondato la corale "Vertova" (a ricordo del grande Direttore del Coro del Teatro A. Ponchielli) che, oltre al repertorio lirico, ha inserito nel proprio programma anche la Musica Sacra. Dal 1989, anno in cui risale l'unione delle due compagini, il Coro Lirico "Ponchielli-Vertova", (nel pieno rispetto della propria denominazione) ha perseguito, quale scopo fondamentale, lo studio e l'esecuzione di brani specificatamente operistici: ciò ha consentito lo sviluppo di un ricco e vario repertorio che comprende composizioni dei massimi Autori (Verdi, Puccini, Donizetti, Ponchielli, Mascagni, Bellini, Rossini) e Opere Liriche complete (tra le quali Nabucco, Lucia di Lammermoor, La Gioconda, La Traviata, L'Elisir D'Amore, La Bohème, Il Trovatore, Norma), rappresentate sia in forma di spettacolo che in forma di concerto. Il Coro Lirico "Ponchielli-Vertova" che attualmente si compone di circa 70 elementi, è presente in varie manifestazioni culturali ed umanitarie nelle quali esegue Concerti Lirici con la partecipazione di Cantanti Solisti, viene accompagnato dal solo pianoforte ed occasionalmente da gruppi strumentali. L'attività concertistica si svolge intensamente sia in ambito cittadino che provinciale, ma recenti trasferte hanno portato il Coro a toccare mete più lontane e prestigiose.
Nel 2001 il Coro Lirico "Ponchielli-Vertova" è stato chiamato dal teatro "Amilcare Ponchielli" di Cremona per organizzare un concerto dedicato a Giuseppe Verdi, inserito nella stagione lirica del teatro cittadino. 
Il 30 novembre 2001 il Coro Lirico "Ponchielli-Vertova", in collaborazione con l'orchestra "Gianandrea Gavazzeni" del Conservatorio di Darfo - Boario Terme, ha realizzato uno spettacolo dal titolo "Giuseppe Verdi... la Vita e L'arte" ottenendo un caloroso successo.
In anni più recenti il Coro è stato protagonista nella rappresentazione di diverse opere liriche e in importanti concerti eseguiti al Teatro "Amilcare Ponchielli" di Cremona dove, nel corso del 2006, hanno avuto l'accompagnamento dell'Orchestra dei Fiati di Soncino, diretta dal M.o Luca Valenti, con la quale ha realizzato un CD inciso dal vivo. 
Nel Novembre 2006 ha avuto una parte di rilievo nel concerto realizzato al Teatro "Amilcare Pochielli" in occasione della consegna del premio "Monteverdi" alla soprano Dimitra Theodossiou, accompagnandola in alcune pagine d'Opera. 
Nel Febbraio 2007 ha eseguito un prestigioso concerto a Lodi presso l'Auditorium della Banca Popolare Italiana con il sostegno dell'Orchestra "Filarmonia Mantovana" e poi ha inciso, in prima assoluta, per la Casa Editrice "Bongiovanni", sostenendo tutta la parte corale, l'Opera lirica "I Mori di Valenza" di Amilcare Ponchielli, Opera pressochè sconosciuta inquanto non più rappresentata dal 1915.
Nel 2008, sempre per la stessa casa editrice, é  stata incisa l'opera “Il Figliol Prodigo” di Amilcare Ponchielli. Nell’estate del 2008 ha sostenuto la parte corale nell’opera “Le Villi” di G.Puccini realizzata nel cortile di Palazzo Farnese a Piacenza, mentre nel 2009 ha sostenuto la parte corale nelle opere: “Elisir d’Amore” di G.Donizetti, “Lucia di Lammermoor” di G.Donizetti, realizzata sempre a Piacenza, “Cavalleria Rusticana” di P.Mascagni e “Tosca” di G.Puccini.
Nell’estate del 2010 all’Arena Giardino di Cremona ha trionfato con la rappresentazione dei “Carmina Burana” di Carl Orff, poi replicata al teatro Municipale di Piacenza.
Nel corso del 2011 il coro è stato invitato a tenere concerti in più parti d’Italia, per la celebrazione del 150° dell’Unità d’Italia.
Ha cantato il RISORGIMENTO alle Terme di Montecatini, nella sala dei Teatini di Piacenza, al Teatro Ponchielli di Cremona e in altri luoghi.
Il coro vanta preziose collaborazioni con artisti quale Michele Pertusi,, Dimitra Theodossiou, Carlo Colombara, Annamaria Chiuri, Ambrogio Maestri.
L’11 settembre 2012 ha eseguito nella Cattedrale di Cremona la grandiosa “MESSA DA REQUEIM” di Giuseppe Verdi, replicata poi a Pavia nella chiesa di S.Maria del Carmine.
Il coro è diretto dal M° Patrizia Bernelich.

Patrizia Bernelich, maestro del coro, pianoforte

Si diploma in pianoforte al Conservatorio S. Cecilia di Roma sotto la guida di Carlo Bruno, riportando il massimo dei voti e la lode. Dopo aver frequentato numerosi corsi di perfezionamento in tecnica pianistica, interpretazione musicale e musica da camera con C. Bruno e V. Vitale, inizia l'attività concertistica, in Italia ed all'estero, dedicandosi in particolare alla musica cameristica. Attraversa, in seguito, una lunga serie di esperienze in formazioni artistiche vocali e strumentali, entrando in contatto con un vasto repertorio operistico e liederistico. Ha così modo di affiancare nella loro attività didattica vari artisti tra cui Aldo Protti per un lungo periodo, Carlo Bergonzi, Enzo Dara. Dal 1995 lavora per il Teatro Municipale di Piacenza in veste di M° Collaboratore (pianista di sala, M° delle luci, M° di palcoscenico) e si occupa della preparazione dei sopratitoli che proietta durante la recita.
Collabora con la Fondazione A. Toscanini. Ha partecipato all'allestimento de I Lombardi alla prima Crociata, La Traviata, Ernani, I Masnadieri, La Battaglia di Legnano, Il Barbiere di Siviglia, Lohengrin, Idomeneo re di Creta, Stiffelio, Un giorno di Regno, Luisa Miller, Lucia di Lammermoor, La Boheme, Le Maschere, Tancredi, L'Olimpiade, Un Ballo in Maschera, Turandot, I pescatori di Perle, Cenerentola, Nabucco, Aroldo. Ha in repertorio opere di Verdi, Rossini, Puccini, Bizet, Massenet, Mozart, Wagner, Orff, Mascagni, Ponchielli, Leoncavallo, Donizetti, Bellini, Cimarosa, Gounod, Offenbach. Nel repertorio sacro, opere di Vivaldi, Mozart, Faurè, Pergolesi, Verdi, Schubert, Charpentier, Beethoven, Rossini. Collabora con Corali Liriche e Associazioni Musicali nella realizzazione di opere liriche complete, concertate al pianoforte: Pagliacci, La Traviata, Aida, Tosca, La Boheme, L'Elisir d'amore, Cendrillon, Rigoletto, Suor Angelica, Cavalleria Rusticana, Nabucco, Madama Butterfly, Norma, Trovatore, Otello, Fasfaff, Don Pasquale, Orfeo all'Inferno, Macbeth. Ha inciso Liriche contemporanee di A. Del Re. Suona in duo con il violinista Marco Lorenzini con il repertorio per violino e pianoforte Brahms, Beethoven, Ravel, Bartok, Mozart (Integrale delle Sonate). E' titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio G. Nicolini di Piacenza. Nel corso dell'attività concertistica ha avuto modo di suonare a Ginevra, Zurigo, Monaco di Baviera, Parigi, Lugano, Bellinzona, Rejkjavik, Berlino. Ha inoltre studiato direzione d'orchestra con Fabrizio Dorsi. Dal 2004 dirige il Coro Lirico Ponchielli-Vertova di Cremona con il quale svolge intensa attività di divulgazione del repertorio lirico di tradizione. Ha inciso, con questa formazione, due opere rare di Amilcare Ponchielli (ed. Bongiovanni): I Mori di Valenza e Il Figliol Prodigo. Dal 2006 dirige anche il Coro Filarmonico di Piacenza.  Ha diretto concerti Lirico-Sinfonici e opere quali Cavalleria Rusticana di P. Mascagni, Le Villi per il Farnese Festival Piacenza 2008, Lucia di Lammermoor sempre per il Farnese Festival Piacenza 2009 e nel 2010 La Traviata rappresentata sempre a Piacenza oltre ai Carmina Burana di Carl Orff eseguiti sia a Cremona che a Piacenza. E’ titolare della cattedra di Pianoforte Principale al Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza.

Frano Lupi, basso

Si diploma in canto al Conservatorio di Tirana e subito dopo viene scritturato come Basso stabile del Teatro dello stato della stessa Città. Vincitore di importanti Concorsi Internazionali come "Viotti", "Georg Enescu" etc. In Italia ha debuttato a Roma nel ruolo di Alidoro in "Cenerentola " ed accanto a Josè Carreras all'Arena di Verona in Ruolo di Raimondo nella "Lucia di Lammermoor". 
Al Filarmonico di Verona e Arena di Verona alla Fenice di Venezia, al Regio di Torino ed al San Carlo di Napoli al Festival d'estate all' Arena di Avenches in Svizzera al Teatro di Cremona, Brescia, Pavia, Como e Lecce; al Teatro "Bellini" di Catania; ad Oslo; a San Pietroburgo e Catania, Caracalla e Berna ; a Tokyo e Osaka in Giappone canta in : "Norma", "Aida","Nabucco" , "Barbiere di Siviglia","La forza del destino", "Capuletti e Montechi", "Sonnambula","La Wally", "Rigoletto","Ballo in maschera", "Madama Butterfly", "Boheme", "Tosca".
Nel 2007 ha cantato al Teatro alla Scala di Milano nel ruolo di Principe di Boullion in "Adriana Lecouvreur". 
Nel 2008 canta al Bellini di Catania il Bonzo in Madama Butterfly ed a Caracalla il ruolo di Raimondo in Lucia di Lammermoor. Svolge attività concertistica in diversi paesi del mondo.

Daniela Favi Borgognoni, soprano

Il Soprano Daniela Favi Borgognoni si è diplomata con il massimo dei voti presso il Conservatorio G. Rossini di Pesaro ed ha compiuto il biennio di perfezionamento presso l'Accademia di Arte Lirica di Osimo sotto la guida del Maestro A. Tonini. 
Ha partecipato alle stagioni liriche dei teatri di Brescia, Piacenza, Bergamo, Cremona, Mantova ed alle stagioni estive di Fano, Osimo, Ancona, Minerbio ed Alessandria.
Ha debuttato nel ruolo di protagonista le seguenti opere: La Bohème, La Traviata, I Lombardi, Il Trovatore, Un ballo in maschera, Aida, Cavalleria Rusticana, Madama Butterfly, Tosca, Nabucco, Mosè, Falstaff, Turandot, La forza del destino, Ernani ed ha nel suo repertorio Norma, Otello, Suor Angelica, Macbeth, Adriana Lecouvreur.
All'attività operistica alterna quella cameristica e di Musica Sacra con un vasto repertorio comprendente vari autori (R. Strass, G. Malher, F. Listz, W. A. Mozart, A. Vivaldi,  G. B. Pergolesi, G. Rossini, G. Verdi etc.). 
Nel giugno 1994 è risultata vincitrice del primo Concorso Lirico Città di Lignano.
Nel novembre 1999 ha debuttato nei Carmina Burana di Carl Orff presso i teatri di Ascoli Piceno e Faenza e nel novembre 2000 ha inaugurato il Teatro dei Filodrammatici a Piacenza, diretta dal M° M. Fracassi.
Nel 2000 ha preso parte alle manifestazioni per il Giubileo presso il Duomo di Ginevra.  
Il 2001 l'ha vista interprete di numerosissimi concerti verdiani e protagonista de Un Ballo in maschera e de La Forza del destino nonché del grande concerto presso la sala Verdi del Conservatorio di Milano, diretto dal M° A. Bassi, con arie e duetti del  Maestro bussetano. Sempre diretta dal M° Bassi ha poi sostenuto il ruolo di Giuseppina Strapponi nell'opera "Viva Verdi", composta dallo stesso direttore per l'anno Verdiano, presso il teatro Verga (MI)(CD in uscita per la Bongiovanni Ed.), ed in  dicembre ha cantato la Messa KW 275 di W. A. Mozart ed il Gloria di A. Vivaldi presso il Duomo di Milano ove ha eseguito il "Te Deum" di M. A. Charpentier ed il "Magnificat" di Vivaldi (Versione per Soli, Coro ed Orchestra).
Oltre ai numerosissimi concerti  e rappresentazioni  sceniche, nel 2004 debutta i Liebes lieder di J. Brahms per gli Amici del Loggione della Scala di Milano ed il Magnificat di J. S. Bach per il Concerto di Natale del Comune di Milano. 
Nel 2005 oltre a numerose recite di Cavalleria Rusticana e Trovatore, debutta il ruolo di Elvira nell'Ernani di G. Verdi, in seguito veste i panni di Violetta Valery per poi debuttare il ruolo di Liù (presso il teatro Silvestrianum di Milano) e il ruolo di Maddalena di Coigny (Andrea Chénier); i ruoli di Aida ed Abigaille con la Compagnia Lirica Europea (2007), Violetta Valery ed Abigaille diretta dal M° Gianola nel 2008.

Nadiya Petrenko, mezzosoprano

Ha studiato all’Accademia Musicale di Leopoli (Ucraina), all’Accademia Musicale di Mosca (Corsi di perfezionamento), all’Università di Princeton (Corsi di perfezionamento). Ha inoltre seguito Corsi di alto perfezionamento con il M° Angelo Bertacchi, Katia Ricciarelli, M° Walter Coppola (Italia). Nadiya Petrenko ha iniziato la sua carriera in Ucraina: Ha cantato al Teatro d’Opera di Leopoli, è stata Prima solista presso la Filarmonica di Crimea (Yalta), Prima solista della Radio Statale di Ucraina (Kiev), Prima solista della Sala Nazionale dei concerti di Kiev e Prima solista del Teatro d’Opera Sperimentale di Kiev. Nel 2000 si è trasferita in Italia. 
E’ stata premiata in diversi concorsi: nel 2000 1° premio assoluto al X Concorso Internazionale “Riviera della Versilia” (Italia), 3° premio al Concorso Internaz. Lirico “Rolando Nicolosi” (Italia), 3° premio al Concorso Internaz. “Arenzano 2001” (Italia), 1° premio al Concorso Internaz. Lirico “Nino Carta” Moncalieri (Italia). 
Tra i ruoli debuttati in Italia ricordiamo: nel 2004 Madlon / Andrea Chénier a Lecce, Brescia, Bergamo, Pavia e Cremona; Santuzza / Cavalleria Rusticana a Cremona; Fenena / Nabucco a Bassano del Grappa a Jesolo. Nel 2005 Amneris / Aida a Reggio Calabria; Messa da Requiem di Verdi a Firenze; Maddalena / Rigoletto a Cremona, Pavia, Bergamo, Brescia e Como. Nel 2006 Messa da Requiem di Mozart al Teatro Comunale di Fano; Emilia / Otello a Rovigo, Bolzano, Rimini, Ravenna; La Principessa / Adriana Lecouvreur a Neustrelitz (Germania) e Cleopatra di Berlioz a Narni. Nel 2007 ha cantato Maddalena / Rigoletto e Amneris / Aida a Narni Opera Festival; Preziosilla / La forza del destino a Malta; Nel 2008 Dama / Macbeth a Cremona, Brescia; Rosenkavalier a Carlo Felice di Genova, Stabat Mater di Dvorzak – Cremona, G.Mahler – Das Lead fon der Erde – Portogruaro, G.Puccini – Gianni Schicchi, G.C.Menotti – La Medium – Cremona, Brescia, Como, Pavia; Nel2009, - Maddalena (Rigoletto), Zita (Gianni Schicchi) – Lecce.

martedì 20 agosto 2013

Linda Campanella, soprano lirico coloratura

Nata a Savona, si è diplomata brillantemente sia in pianoforte, sotto la guida del Maestro Walter Ferrato presso il Conservatorio di Genova, che in canto sotto la guida del mezzosoprano Franca Mattiucci presso il Conservatorio di Alessandria.
Ha perfezionato lo studio del suo repertorio seguendo corsi con Renata Scotto, Rockwell Blake, Robert Kettelson.
E' vincitrice di numerosi concorsi tra i quali: Città di Tortona 1991, Premio Rubini Bergamo 1993, Premio Franz Schubert per la liederistica 1995. 
Ha iniziato la sua carriera professionistica nel 1998 che la ha portata a cantare in alcuni dei principali teatri ed Enti lirici e per prestigiose Istituzioni musicali italiane e all'estero in teatri europei ed extra europei, dove ha interpretato i principali ruoli del suo repertorio che corrisponde a quello del soprano lirico-leggero di coloratura. Nell'ambito del progetto multimediale "Cantolopera" ha inciso su CD i principali brani del suo repertorio. 
Intensa l'attività d'incisione discografica soprattutto in ambito barocco con prime esecuzioni di Paisiello (il Socrate immaginario), Vivaldi (Il Giustino), Scarlatti (Oratorio della Santissima Trinità), Galuppi (L'amante di tutte), Stradella (La Doriclea), è stata interprete della prima esecuzione in epoca moderna della "Contadina Astuta" attribuita a Pergolesi e del "Socrate immaginario" di Paisiello, ed è stata in tournée in Turchia con la "Dirindina" di Scarlatti.
Notevole il suo repertorio nell'ambito della liederistica: dai lieder mozartiani a Berg passando per i romantici e tardo romantici tedeschi, spagnoli, francesi.
E' apprezzatissima anche nel repertorio sacro e in quello della musica contemporanea per la quale ha inciso diversi lavori (Sturm und Drang: liederistica contemporanea) ed alcuni importanti compositori (Possio, Correggia, Morricone, Acker, Yanov-Yanovsky …) viste le sue qualita' virtuosistiche hanno scritto per lei alcune pagine o ruoli di opere 
In questo ambito sono da segnalare le sue collaborazioni con Settembre Musica e con il Filarmonico di Verona.
E stata applauditissima protagonista nella Figlia del Reggimento al Coccia di Novara, Adina nell'Elisir d'amore a Toledo in Spagna, Sofia nel Signor Bruschino a Torino sotto la direzione di Desderi.
E' stata scelta come protagonista dell'esecuzione e incisione in prima mondiale della "Agnese" di Paer insieme ai "Barocchisti" diretti da Diego Fasolis. Nel 2003 ha interpretato il ruolo del titolo nella prima ripresa moderna dell'opera Clotilde di Carlo Coccia al Teatro Coccia di Novara per la direzione di Fabrizio Dorsi e la regia di Beppe De Tommasi.
Di recente è stata Juliette nell'opera omonima di C.Gounod al Teatro Coccia di Novara e Susanna nelle Nozze di Figaro a Saragoza.
E' stata ancora Adina dell'Elisir d'amore al Festival Donizettiano di Bergamo. Successo ripetuto nello stesso ruolo di protagonista come Adina in Giappone con recite al Bunka Kaikan di Tokyo ed ancora lodatissima Adina al Festival di Massa Marittima e Rosina nel Barbiere di Siviglia di G.Rossini al Politeama di Lecce. 
Nella stagione 2010/2011 protagonista principale nella Cambiale di Matrimonio all'Opera Giocosa di Savona e Norina nel Don Pasquale per il Festival donizettiano di Bergamo e poi al Teatro Coccia di Novara.
DALLA STAMPA:
Giudicata una delle più belle ed eclettiche voci del panorama lirico italiano.
"..voce estesissima e incredibilmente sicura nel registro acuto e sovracuto, musicalmente impeccabile, espressiva e scenicamente deliziosa…." (A. Merli)
Prossimo impegno:
Sabato 14 settembre 2013 - ore 18.00 
Teatro Coccia di Novara
Premio Fedora
LA GATTA BIANCA
Prima esecuzione assoluta
all’interno della programmazione del Festival MiTo
Opera in un atto per bambini e adulti
di Sandra Conte
Opera vincitrice della IV ediz. del Premio Fedora,
Concorso Internazionale di composizione di opere di teatro musicale da camera
Regia di Alessio Pizzech
Direttore Marco Boni 
La Gatta Bianca: Linda Campanella, soprano
Mimo Danzatore: Federico Vazzola
Orchestra Mdi Ensamble e Premio fedora Ensamble
Coproduzione Fondazione Teatro Coccia
e Atelier la Voce dell'Arte

lunedì 19 agosto 2013

ENSEMBLE CLASSICA, curriculum - bio

E' un progetto musicale articolato in varie formazioni, dal duo all'orchestra da camera, dotato di un vastissimo repertorio, composto da brani originali e particolari trascrizioni e arrangiamenti.
I musicisti di E. C. provengono da prestigiose esperienze musicali: vincitori di importanti concorsi di esecuzione strumentale, tra cui il Concorso Internazionale della Radio della Svizzera Italiana ed il Concorso "G. B. Ansaldi".
Il direttore musicale di ENSEMBLE CLASSICA é Romano Pucci: da molti anni primo flauto della prestigiosa Orchestra Filarmonica e del Teatro alla Scala di Milano, docente presso l'Accademia della Scala, critici musicali e illustri colleghi parlano di lui come di "un flauto magico"; ha tenuto concerti e realizzato opere e balletti nei più importanti teatri del mondo, collaborando con i migliori solisti e direttori d'orchestra di ogni paese.
Coordinatore dell'equipe responsabile dei programmi musicali, delle trascrizioni e degli arrangiamenti è Fabio Spruzzola: esperto di musica di insieme, è stato collaboratore musicale del Piccolo Teatro di Milano, del Teatro dell'Opera di Genova e del Teatro alla Scala per l'allestimento di spettacoli con musiche di Mozart e Castelnuovo Tedesco ed opere di Rossini, Donizetti e Verdi.
Polistrumentista del gruppo è Ivano Brambilla: ha partecipato a manifestazioni di grande prestigio presso la Texas Tech University e la Columbus University USA e ha tenuto concerti durante il Festival di Pechino ed il Festival di Ostenda. Suona da "virtuoso" il clarinetto ed il mandolino e, se occorre, passa con estrema disinvoltura al sassofono ed alle percussioni.
ENSEMBLE CLASSICA negli ultimi anni ha portato l'affascinante voce dei suoi diversi strumenti: archi, fiati, pianoforte, percussioni, chitarra e l'insolito mandolino, in ogni parte d'Italia e del mondo, dall'Europa  ll'Estremo Oriente e negli Stati Uniti.
Particolare rilievo hanno avuto le tournées degli anni 2000 e 2001 nell'America centrale e nelle isole dei Caraibi, la prima della quali patrocinata dalla nota rivista musicale Amadeus ed i concerti tenuti al"Festival Barocco" di Viterbo e al museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria nella sala dei Bronzi di Riace che per la prima volta ha ospitato un evento musicale.
L'unanime consenso di critica e pubblico é dovuto a qualità interpretative quali chiarezza ed eleganza dell'esposizione musicale, unita ad una tecnica brillante e mai fine e se stessa, ma anche a programmi pensati per divertire l'uditorio ed i primi a divertirsi sono gli stessi esecutori che amano presentare le frasi musicali con ironia e simpatia, consapevoli del fatto che al di là della perizia strumentale è indispensabile comunicare al pubblico sensazioni di serenità e piacevolezza. 
Hanno registrato diversi CD: 

"ENSEMBLE CLASSICA", contenente le migliori esecuzioni dal vivo del gruppo con alcune delle pagine famose che fanno parte della colonna sonora della nostra vita accanto a rarità musicali di altissimo pregio, autentiche scoperte dell'Ensemble. (DUPS 030)

"INTORNO AL MEDITERRANEO", viaggio musicale nei colori intensi delle culture che si affacciano su questo mare, attraverso il suono caldo degli strumenti dell'ENSEMBLE CLASSICA TRIO. (KIT 001)

"VIAGGIO NELLE AMERICHE" ,alla scoperta di nuove terre e delle loro musiche. ( KIT 002)

"FROM THE OPERA" contenente alcune delle  più suggestive pagine del melodramma ottocentesco in una insolita versione per flauto e chitarra. (DUPS 001)

Ensemble Classica organico 2013
- Romano Pucci, primo flauto dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano
- Fabio Spruzzola, chitarra
- Ivano Brambilla, clarinetto e mandolino
- Carmelo Bisignano, violino
- Igor Della Corte, violino
- Bruno Pucci, viola
- Marco De Masi, violoncello

sabato 17 agosto 2013

Graziano Demurtas, chitarra

Nasce come vocalist partecipando a vari concorsi canori. Studia chitarra classica con i Maestri Abner Rossi e Mauro Storti e segue gli studi di chitarra jazz con Gigi Cifarelli, Bebo Ferra, Alessio Menconi; contemporaneamente frequenta il conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza per il corso di tromba. Ha suonato  con varie formazioni che vanno dal blues al funk al rock. Collabora come session man con vari artisti italiani (Paola Turci, Giuni Russo, Ricky Portera, Christian Meyer, Faso di Elio e le storie tese, Paola Folli)  e stranieri (Eric Marienthal). Dal 1996 al 2011 è chitarrista e co-lead vocals nella band "Wine Spirit", con la quale ha tre dischi all'attivo. Ha suonato  in Italia (Gods of Metal 2000 e 2001) e all'estero a fianco di artisti come Snakes, Motorhead, UDO, Glenn Hughes. Attualmente svolge attività live con "Graziano Demurtas trio"e in studi di registrazione come session-man, collaborando con vari artisti italiani. Parallelamente svolge l’attività di insegnante di chitarra in scuole di musica e masterclass.

Tony del Coco, chitarra

Ha cominciato a 10 anni lo studio della chitarra al quale abbina presto quello del contrabbasso e basso elettrico. Si diploma in Conservatorio in contrabbasso, studiando anche jazz, e prosegue comunque l’attività di musicista rock con diverse formazioni con le quali ha portato avanti alcuni progetti di rock sinfonico. Si è esibito in tour con artisti come Spagna e Antonella Ruggiero e ha spesso collaborato con Tullio De Piscopo. Dal 1994 contrabbassista nell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

Tobia Scarpolini, violoncello, percussioni

Nato in una famiglia di artisti, Tobia Scarpolini comincia a suonare la batteria a 2 anni e prosegue lo studio da autodidatta dall’età di 7 anni. Molto impegnato fino all’età di 20 anni nel panorama della musica leggera italiana, nel 2003, con il gruppo “The Crawl”, vince il Primo premio nel Concorso Internazionale Sound Check di Stresa come miglior gruppo, miglior brano inedito e premio speciale della critica. Nel 2004 ha fondato con Jean Francois Rosé Yapi il duo “Air Factory” con l’obiettivo di comporre musiche per il teatro e per il cinema muto. Nello stesso anno sono finalisti al Concorso Strade del Cinema di Aosta. Avvia diversi progetti tra cui uno di ricerca sulle percussioni etniche e viene chiamato a collaborare nel 2008 con il gruppo “Blue Silk”.
Nel 2011 comincia la collaborazione in qualità di violoncellista di fila con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, per la quale ricopre il ruolo di Primo violoncello.
Inizia a studiare violoncello all’età di otto anni. Si diploma nel 2008 al Conservatorio di musica Verdi di Milano sotto la guida del M° Scano; nel 2010 consegue la laurea in Alta Formazione Artistica, indirizzo interpretativo. Collabora con numerose orchestre italiane e formazioni cameristiche. Come Primo Violoncello dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi si esibisce in teatri prestigiosi tra cui la Royal Albert Hall di Londra per i BBC Proms (2013), Sala Caikovskij di Mosca (2012), Teatro alla Scala di Milano e lavora sotto la guida di illustri maestri tra i quali, R. Chailly, Zhang X., C. P. Flor, J. Axelrod, P. Daniel, H. Rilling. Suona un violoncello Joseph Guarneri del 1734 e un Giuseppe e Ferdinando Gagliano di fine ‘700. Allo studio del violoncello, affianca la passione per la batteria e per le percussioni etniche. Lavora con numerosi gruppi musicali tra cui i Sembrar Para Cosechar, i Blue Silk, il duo Air Factory co-fondato con Jean Rosè Yapi e i The Crawl con i quali al concorso Sound Check di Stresa (giudice E. Fonardi) vince il Premio speciale della critica, come miglior gruppo e come miglior pezzo inedito. Vanta la I esecuzione italiana del Concerto per Gruppo Rock e Orchestra di J. Lord.

Ivan Merlini, violoncello, pianoforte

Diplomato il violoncello, ha studiato anche pianoforte organo e clavicembalo con il padre (Ernesto Merlini) e proseguito gli studi del pianoforte con i Maestri Giovanni Catelli e Mario Delli Ponti. Parallelamente rivolge l'interesse alle sonorità rock-blues, trovando nell'Organo Hammod lo strumento ideale e specializzandosi nelle tecniche di tradizione. Dal 1993 si esibisce in qualità di tastierista-organista con un tributo ai Deep Purple; dal 1995 con la L.T. Band con un repertorio che spazia dal blues di S.R. Vaugan al rock dei Toto. Nel 1999 Entra a far parte dei Subterranea, con i quali si esibisce fino al 2004 in qualità di bassista nei principali locali live del territorio lombardo. Fra il 2011 e il 2012 si è esibito con il progetto "Rock Divine" acoustic duo.
Nell'ambito pop-rock collabora con i Nomadi, i Pooh, Daniele Silvestri, le Vibrazioni, i Negrita. Sta lavorando al progetto "Hammod Tribute" col quale si esibirà dal 2014 affrontando i grandi successi blues e non solo della storia dell'Hammond (Blues Brothers, J.T. Quartet, J. Smith).
Ha inoltre studiato coi Maestri Archettai Germano Santi e Giovanni Lucchi di Cremona e costruisce archi dal 2001.

Ilia Kim, pianoforte

Nata a Seoul (Corea del Sud), inizia gli studi musicali in patria. A undici anni esordisce con un recital nel Sae Jong Arts Centre della sua città natale, che le conferisce un premio per fanciulli eccezionalmente dotati, assegnandole una borsa di studio per recarsi all’estero. Nel 1988 si iscrive alla Hochschule der Künste di Berlino, diplomandosi nel 1994 con il massimo dei voti. Segue quindi i corsi per concertisti al Mozarteum di Salisburgo, alla Hochschule für Musik und Theater di Hannover e all’Accademia Pianistica di Imola, dove si dedica anche al fortepiano. Dopo aver cominciato l’attività concertistica in Corea, suona in Germania, negli Stati Uniti (debutto nel 1994 alla Carnegie Hall di New York), in Austria, Francia, Svezia, Finlandia, Olanda, Romania, Croazia, Polonia, Portogallo, Messico, Brasile, Italia, Cina, partecipando fra l’altro al Musik Festival dello Schleswig-Holstein, al Festival di Dubrovnik, al Festival Pianistico Internazionale “Arturo Benedetti Michelangeli” di Brescia e Bergamo (nel 2002, 2004, 2010 e 2012) e ai Tiroler Festspiele di Erl (dal 2000 al 2005).
Il suo repertorio comprende venticinque concerti per pianoforte e orchestra, eseguiti con varie formazioni sinfoniche, fra cui l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, l'Orchestra Haydn di Bolzano, l'Orchestra Sinfonica di Roma, l'E.A.O.S.S. di Palermo, l'Orchestra della Fondazione Arena di Verona, la Filarmonica di Dortmund, la Filarmonica Enescu di Bucarest, la Filarmonica Szymanowski di Cracovia, la Sinfonica di Fairbanks, la Filarmonica di Greensboro, la Filarmonica di Seoul, la China Philarmonic di Pechino, la Guangzhou Symphony, la Shangai Oriental Symphony, la Sinfonica Portoghese di Lisbona, l'Orchestra del Teatro Nazionale di Brasilia, l'O.F.U.N.A.M di Città del Messico. Alcuni di questi concerti sono stati trasmessi in diretta dalle radio e televisioni nazionali di Corea, Germania, Romania, Messico, Italia, Portogallo.
Dal 1998 risiede in Italia. Ha tenuto recital a Torino (Unione Musicale), Milano (Società dei concerti, Società del Quartetto), Palermo (Amici della Musica), Roma (Quirinale), Napoli (Maggio musicale) e in molte altre città italiane, eseguendo un vastissimo repertorio da Bach ai contemporanei. Nel 2001 ha preso parte a Catania, con Andrea Bocelli e Sandro de Palma e sotto la direzione di Donato Renzetti, alla prima esecuzione assoluta di "...malinconia, ninfa gentile" per canto, due pianoforti concertanti e archi di Azio Corghi, che successivamente ha dedicato a lei.  Di "...malinconia, ninfa gentile" è stata pubblicata, a cura della Presidenza del Senato d'Italia, la registrazione in disco. Il compianto Silvio Barbato le aveva dedicato le Cinque Danze Brasiliane.

venerdì 16 agosto 2013

Simone Quaroni, organo


Nato a Broni (PV) nel 1983, si è diplomato in Organo nel 2006 al Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza sotto la guida di E. Viccardi, specializzandosi nel 2008 al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove ha ottenuto il Diploma di II Livello con il massimo dei voti nella classe di I. Valotti. Nello stesso istituto si è diplomato nel 2011 in Clavicembalo nella classe di L. Bertani.
Ha seguito corsi di interpretazione in Italia con docenti quali L. F. Tagliavini, G. Parodi, ,M. Nosetti, E. Vianelli ed A. Corti (“Accademia Organistica Sarda”) ed in Olanda con  M. Radulescu, B. Van Oosten e J. B. Robin (”Summer Academy” di Haarlem)
Si è classificato al 2° posto nell’edizione 2005 del concorso d’organo “S. Guido d’Acquesana” di Acqui Terme (Al) e di nuovo al 2° posto nell’edizione 2008 del concorso d’organo “Città di Ovada”, dove ha ricevuto il premio “Padre Davide da Bergamo”.
Ha tenuto concerti in varie rassegne tra cui “Organi storici cremonesi”, “Antichi organi, patrimonio d’Europa” della Provincia di Varese, “Antichi organi, un patrimonio da salvare” della Provincia di Piacenza, “Autunno organistico nel Lodigiano”, “Autunno organistico pavese” (a cui collabora nella direzione artistica),“Antichi organi in concerto” della Provincia di Milano, “Fede, Arte, Musica” dell’Arcidiocesi di Messina e nella Cathédrale St. Cécile d’Albi” (Francia); imminente la partecipazione al “Sardinia Organ Fest” a Cagliari e alle “Serate Organistiche Leonardiane” nel Duomo di Imperia.
Appassionato di organologia, ha partecipato in qualità di assistente alla catalogazione degli organi storici della Provincia di Pavia. E’ intervenuto alla 3° giornata di Studio “Arte organaria, Cultura interdisciplinare” di Magenta (2008) con un contributo inerente l’organista-compositore Polibio Fumagalli (1830-1900). E’ stato correlatore di M. C. Farina al Convegno di studi “L’arte organaria dei Lingiardi” (Cremona, 2009) in un’analisi stilistica dell’ultimo trentennio di produzione della ditta pavese. Ha curato una monografia tecnica sull’organo “Angelo Amati 1858” di Bereguardo (PV) e condotto ricerche sulla famiglia Amati. E’ laureato in Scienze Giuridiche all’Università di Pavia.
E’ organista a Pavia nelle chiese di S. Luca (dal 2000) e S. Maria in Betlem (dal 2010), spesso anche nella chiesa parrocchiale di S. Antonio Abate in Bereguardo (dal 2011). Dal 2009 è organista della “Schola Regina Pacis” diretta dal M° E. Vercesi.
Email per contatto :simoquaro@libero.it

giovedì 15 agosto 2013

Gianfranco Ricci, violino

Nasce a Milano nel 1972. All'età di sette anni intraprende lo studio del violino e sotto la guida del maestro Osvaldo Scilla, presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, si diploma brillantemente nel 1993. Nel 1989 risulta primo classificato al concorso musicale "CITTA' DI TORTONA" e nel 1998 vince il concorso internazionale di violino "CITTA' DI VARAZZE". Fin dai primi anni di studio, si interessa con passione alla prassi esecutiva della musica antica, con strumenti originali dell'epoca. Presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano è assistente e collaboratore nelle attività interne e pubbliche del corso di musica da camera, a indirizzo specialistico (periodi: barocco, preclassico, classico e preromantico), tenuto dal maestro Costantino Mauriello Sartori; con lo stesso partecipa inoltre a tournèe in Italia e all'estero come primo violino, con l'ensemble barocco "Accademia del '700 Italiano", unico gruppo occidentale con il quale ha avuto il privilegio di esibirsi nel Palazzo Imperiale di Tokyo alla presenza delle Maestà imperiali. Nel 2005 ottiene, primo in Italia, sempre presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e sotto la guida della Prof. Cinzia Barbagelata, il diploma di laurea di secondo livello in violino barocco, ottenendo il massimo dei voti, lode e menzione. Perfeziona, contemporaneamente e successivamente per quasi dieci anni, lo studio del repertorio violinistico barocco con il Maestro Stefano Montanari alla Scuola Civica di Milano. Collabora stabilmente con i maggiori ensemble barocchi italiani quali "Accademia Bizantina" ed "Europa Galante". E' attualmente impegnato nella sezione dei primi violini dell'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, con la quale ha collaborato diretto dai più celebri direttori e con la quale ha realizzato prestigiose registrazione discografiche per le etichette Decca e Deutsche Grammophon. Dalla stagione 2009/2010, è primo violino della Orchestra laVerdi Barocca. Il Violino Piccolo originale suonato da Gianfranco Ricci è stato messo a disposizione da MATHIJS ADRIAAN HEYLIGERS, MASTER VIOLIN MAKER HEYLIGERS VIOLIN HOUSE.

Ruben Jais, direttore d'orchestra


Ruben Jais, nato a Milano, contemporaneamente agli studi universitari, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” della sua città, diplomandosi in Musica corale e Direzione di Coro e in Composizione Polifonica Vocale, entrambi i diplomi ottenuti con il massimo dei voti. Si è inoltre diplomato in Composizione, sempre presso lo stesso Conservatorio, dove ha anche compiuto gli studi di Direzione d’Orchestra, perfezionandosi, in seguito, con masterclass all’estero.
È stato Maestro del Coro presso il Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi dalla sua fondazione al 2007. Con tale ruolo ha collaborato, tra gli altri, con Romano Gandolfi, Riccardo Chailly, Claudio Abbado, Luciano Berio, Oleg Caetani, Claus Peter Flor, Christopher Hogwood, Vladimir Jurowski, Helmuth Rilling.
È Direttore Residente e Responsabile delle Attività Artistiche dell’Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi. Dirige annualmente i tradizionali concerti del periodo pasquale con l’esecuzione delle Passioni di Johan Sebastian Bach.
Il suo repertorio spazia dai grandi capolavori della musica barocca (da ‘L’Incoronazione di Poppea’ di Claudio Monteverdi al ‘Requiem’ di Jean Jilles, dallo ‘Stabat Mater’ di Giovan Battista Pergolesi alle Passioni ed alla Messa in Si minore di Johan Sebastian Bach) e classica (sinfonie e musica sacra di Haydn Mozart Beethoven) alla riscoperta di brani meno conosciuti di compositori dal XVI al XIX secolo (Zelenka, Scarlatti, Durante, Sammartini). Dirige musica contemporanea, soprattutto di autori italiani, da Castiglioni a Zanolini, da Anzaghi a Nova, da Ligeti a Messiaen.
Nel 2008 ha istituito l’Orchestra laVerdi Barocca, ensemble specializzato nell’esecuzione della musica barocca, con il quale affronta i maggiori capolavori di tale repertorio sia sinfonico che operistico: dal 2009 laVerdi Barocca affianca le altre stagioni della Fondazione con una serie di concerti-appuntamenti dedicati ai capolavori dei secoli XVI-XVIII.
È Direttore Musicale della Mailänder Kantorei, formazione legata alla comunità tedesca di Milano, con la quale si dedica soprattutto al repertorio di tale nazione dal barocco al romanticismo affrontando, inoltre, l’esecuzione integrale delle Cantate sacre di J.S. Bach.
Dirige musica strumentale, corale e sinfonico-corale presso varie istituzioni italiane ed estere quali Biennale di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Milano Musica, RTSI di Lugano, Radio Ungherese Budapest, Festival di Saint Moritz, Teatro Real di Madrid, Orchestra Nazionale del Cile, UiS Stavanger Norway, Festival internazionali organistici.

Sandro Cerino, strumentista, arrangiatore e compositore

Alessandro Cerino, nei primi anni '80 si trasferisce a Milano dove comincia ad affermarsi come solista, arrangiatore per musiche teatrali, televisive e cinematografiche. Partecipa a trasmissioni televisive come Buona fortuna; Fantastico e Scherzi a parte. Viene ufficialmente scelto da Casio nel 1989 come musicista cui legare l'immagine del sax midi (elettronico) al fianco di Herbie Hancock per le tastiere, Sydney Jordan per la chitarra midi e Richard Clayderman per il piano digitale, partecipando a convention di musica elettronica in tutto il mondo. Nel '90 esegue in prima europea Abstraction, la composizione di musica retrograda che Gunther Shuller aveva scritto per Ornette Coleman, diretta dallo stesso autore, il quale nel '91 lo vorrà ancora fra i solisti della prima europea di Epitaph, opera di Charles Mingus ritrascritta e riarrangiata da Shuller stesso. 
Con il compositore Giovanni Venosta realizza cinque dischi di musica minimale e la colonna sonora del film di Soldini Un'anima divisa in due. Dal 1990 comincia a realizzare sigle televisive. Nel 1993, in occasione del X Festival Mondiale del Sassofono, fonda Assaxinaction, formazione di soli otto sax, con la quale svolge attività concertistica in festival jazz.  
Fra le incisioni a suo nome, Dove portano i campi di fianco alle autostrade con il suo quintetto costituito da Mario Rusca, Riccardo Fioravanti, Giampiero Prina e Augusto Mancinelli; Fasi comunicanti, nel quale riarrangia in puro stile jazzistico classici pop e rock della cantante Daniela Panetta. Gone with the wind è il secondo cd di Atipico trio, acclamato dalla critica internazionale e inserito nel volume francese che ogni anno raccoglie i 100 cd più belli dell'anno. Realizza le musiche del cortometraggio La donna della sua vita di Daniela Franco, primo premio al Festival d'Aosta; in giuria Mario Monicelli. Fra il '97 e il '98 lavora come performer e arrangiatore in Etno, un disco del gruppo vocale Vocaland al confine fra Jazz e musica etnica. Nel 2000 registra Si dieu existe vraiment, un disco sulla cantante-pittrice-scultrice Kicka. È poi la volta dell'ambizioso progetto I colori delle stagioni, ardita rilettura per organico jazz delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi.